Sony RX100 VII: una “bomba” tascabile con 4K e raffiche a 90 fps (foto)

Cosimo Alfredo Pina

La gamma Sony RX100 da anni ormai si è affermata come quella delle compatte tascabili top gamma, verosimilmente le migliori sul mercato. La tradizione sembra continuare con l’appena annunciata Sony RX100 VII che non cambia formato, pur rinnovandosi in maniera piuttosto sostanziale.

Lo zoom resta invariato, un comodissimo 24-200 mm f/2,8-4,5 adatto a quasi tutte le situazioni. Cambia invece il sensore che resta sempre un diagonale 1” da 20 megapixel ma con nuova tecnologia a bordo. Presente l’autofocus a rilevamento di fase, questa volta su più punti rispetto alle precedenti versioni, ma sopratutto c’è il supporto alle tecnologie di tracking in tempo reale e autofocus con tracking dell’occhio.

LEGGI ANCHE: Migliori fotocamere, la nostra lista

Si tratta degli stessi sistemi visti su Sony Alpha a6400 e la potentissima a9. Degno di nota il comparto raffiche, con fino a 20 fps senza oscuramento del mirino (presente, con l’apprezzato meccanismo a scomparsa) oppure a ben 90 fps, sebbene solo per sette immagini con fuoco ed esposizione bloccati; un modo per essere sicuri di catturare il momento migliore dello scatto che si aveva in mente.

Il comparto video di base resta invariato, quindi abbiamo il supporto al 4K a 30 fps 100 Mbps, 1080p a 120 fps e slow-mo a 1000 fps. Il tutto con il vantaggio dell’assenza di rolling shutter (l’effetto “gelatina”), vista la dimensione del sensore, ed alcuni bonus come stabilizzazione (ottica e digitale) migliorata rispetto alla RX100 VI e la presenza, finalmente, di un attacco per microfono esterno.

Connettività, autonomia, fornitura di pulsanti, schermo ribaltabile, ghiere e tutto quanto visto ed apprezzato sulle precedenti generazioni, resta. Anche il prezzo sostanzialmente non cambia; la Sony RX100 VII sarà disponibile a 1.300€, già durante il prossimo agosto. La VI resterà in commercio, quindi è lecito aspettarsi cali di prezzo.