Starlink in orbita: altri 60 satelliti e oltre 500.000 preordini del servizio

Filippo Morgante

Nella giornata di ieri, famosa anche per essere stata lo “Star Wars Day”, SpaceX ha lanciato altri 60 dei suoi satelliti a banda larga che permetteranno a Starlink di ampliare la sua offerta internet. Questo lancio arriva solamente cinque giorni dopo l’ultimo lotto mandato in orbita, e il numero di satelliti Starlink che l’azienda l’azienda ha finora consegnato dall’inizio di marzo sale a 420 esemplari.

LEGGI ANCHE: Non potete avere PS5? Consolatevi con la scarpe ufficiali

Questo lancio è decollato da Cape Canaveral (Florida) alle 3:01 PM ET, e ha utilizzato un booster Falcon 9 di recupero, che aveva già volato altre otto volte prima di questa. Quel booster è anche atterrato correttamente sulla nave-drone galleggiante di SpaceX posizionata nell’Oceano Atlantico, battendo di fatto il suo stesso record per il programma di “volo riutilizzabile” di SpaceX.

SpaceX ha anche condiviso cifre aggiornate riguardo all’hardware consumer per Starlink, che viene utilizzato per ricevere segnali dai satelliti in orbita. Finora l’azienda ha infatti ricevuto “oltre mezzo milione” di prenotazioni per il suo servizio, comprensive quindi di anticipo per l’hardware. Questi numeri spiegherebbero i motivi dei ritardi riguardanti gli ordini dei kit per Starlink.

Via: TechCrunch