Stripe, come funziona per pagare online

Stripe è una piattaforma per la gestione dei pagamenti basata sul cloud che consente di portare a termine operazioni finanziarie via internet
Stripe, come funziona per pagare online
SmartWorld team
SmartWorld team

I pagamenti online sono ormai diventati la principale forma di pagamento in gran parte del mondo, e alla crescita di domanda in questo senso corrisponde anche la nascita di strumenti e aziende specializzati proprio in questa missione. Uno tra i più interessanti è forse Stripe, società che fornisce un software che consente a privati e aziende proprio di inviare e ricevere pagamenti online.

Nata nel 2011 a Palo Alto, in California, da un'idea di Patrick e John Collison, Stripe è una piattaforma per la gestione dei pagamenti completamente basata sul cloud, che consente di portare a termine una lunga serie di operazioni finanziarie via internet. È adatta a organizzazioni di qualsiasi dimensione, dalle piccole start-up alle società quotate, perché basata su un motore di pagamento che agevola i trasferimenti di denaro: "La nostra missione è incrementare il pil di internet", è il motto dell'azienda.

"Nonostante oggi la crescita delle attività su internet sia maggiore rispetto al resto del panorama economico, solo una piccola parte del commercio globale (3 percento circa) avviene online - spiegano da Stripe - Complessità a livello normativo, un sistema finanziario globale estremamente intricato e la mancanza di personale specializzato stanno limitando l'espansione della internet economy.
La rimozione delle barriere che ostacolano il commercio online aiuta sempre più aziende a partire, favorisce la crescita delle aziende esistenti e incrementa i flussi economici di commercio online a livello globale".

Come funziona Stripe

La piattaforma di pagamento di Stripe è adatta a negozi di ecommerce o aziende che offrono abbonamenti, piattaforme e marketplace. Supporta oltre 135 valute e diverse di modalità di pagamento, dal bancomat alla carta di credito alla ricaricabile. Tramite Stripe, i commercianti e le aziende consentono ai clienti di pagare con il loro metodo preferito e nella loro valuta locale in modo da favorire le conversioni: la piattaforma crea saldi separati per ogni valuta, è possibile utilizzare un conto bancario per ogni valuta supportata e diversificare i pagamenti, e in assenza di un conto denominato nella valuta corrispondente i pagamenti verranno automaticamente convertiti nella valuta impostata come predefinita.

Grazie allo Stripe Radar, uno strumento integrato per verificare i flussi di pagamento, promette di prevenire le frodi: le aziende possono rilevare e bloccare le frodi utilizzando algoritmi di machine learning addestrati con i dati di milioni di aziende di tutto il mondo. I consumatori, dal canto loro, possono sfruttare il sistema di Stripe per tenere collegate tutte le carte e pagare in modo rapido e semplice, e con il 3D Secure hanno a disposizione un metodo di autenticazione in grado di verificare l'identità prima di un acquisto online tramite carta.

Le opzioni di pagamento principali sono due: pagamenti di persona (Terminal), un'esperienza "fluida" che consente al cliente, per esempio, di acquistare online e ritirare gli articoli in negozio; e pagamenti ricorrenti (Billings), che consente di creare e inviare sia ricevute singole sia ricorrenti, gestire abbonamenti e ridurre il numero di pagamenti rifiutati con gli strumenti di recupero.

Quanto costa Stripe

Stripe non ha costi di configurazione ed è disponibile in 32 paesi. Tramite la Api (application programming interface) è possibile avere informazioni in tempo reale sulle commissioni, i rimborsi e gli addebiti, e i costi sono competitivi, tanto da renderlo un concorrente pericoloso per Paypal anche grazie al fatto che nelle tariffe integrate sono incluse oltre 100 funzionalità predefinite.

Ogni pagamento accettato ha un costo dell'1.4% + 0.25 euro in Europa e del 2.9% + 0.25 euro per le carte non europee. Per le aziende che sottoscrivono un piano di abbonamento con addebiti ricorrenti, il servizio è gratuito fino a 1 milione di euro, poi la commissione è dello 0.4%. Su vasta scala invece l'addebito è dello 0.7%. Per l'addebito diretto SEPA è previsto invece lo 0,8% + 0,25 euro, con 5 euro di limite massimo. Per un account Express o Custom la tariffa è di 2 euro + 0.25%. Per i bonifici il costo è di 0.10 centesimi. 

Per ricevere il pagamento, il sistema impiega un periodo di processo che arriva sino a sette giorni, ma l'altro punto di forza di Stripe è che i dati delle carte utilizzate inseriti non vengono inviati al server ma direttamente all'azienda, garanzia in più per il cliente che non v siano violazioni di sicurezza e furto di dati.

Come creare un account Stripe

Per creare un account Stripe e iniziare a utilizzarlo è necessario andare sul sito, cliccare su "Inizia ora" e compilare il modulo di registrazione con mail, nome e password. A quel punto è necessario scegliere se integrare Stripe nel proprio sito usando la Stripe Api o un'app.

Una volta attivato l'account tramite l'email di autenticazione sarà possibile utilizzarlo, e i clienti lo vedranno tra le opzioni di pagamento.

Mostra i commenti