Il Cashback di stato va avanti, ma le incognite rimangono

Nicola Ligas

Bocciata in Senato una mozione presentata da Fdi per sospendere il programma Cashback di stato, in seguito anche alle polemiche legate alla classifica relativa al supercashback. PD, M5S e Leu votano contro mentre si astengono Forza Italia, Lega e Italia Viva, quindi il programma va avanti, pur spaccando la maggioranza.

Nel primo trimestre 2021 sono state fatte 255 milioni di transazioni con 9,5 miliardi di transito, e le stime parlano di 14 miliardi entro fine del 2022. Essendo tutti consumi registrati, questi garantiranno allo Stato 2,5 miliardi di nuove entrate senza introdurre nessuna nuova tassa, ma va detto che il costo del cashback ammonta a 5 miliardi.

I “furbetti” sarebbero inoltre solo lo 0,24% degli utenti attivi, ma qualcosa in merito andrà fatto, non solo per evitare scalate alla classifica ma anche per evitare “rimborsi troppo generosi” per chi abbia un alto reddito. Ma come e quando ci saranno misure in tal senso non ci è ancora dato saperlo.

Via: Corriere delle Comunicazioni