Il Superbonus 110% è stato esteso alla cablatura per la fibra negli edifici

Vincenzo Ronca

Arrivano importanti novità dal Governo in tema di ammodernamento tecnologico degli edifici, e in particolare la cablatura degli immobili per implementare infrastruttura compatibile con la fibra ottica.

Grazie all’emendamento presentato alla legge di Bilancio, che ha avuto come prime firmatarie le deputate Enza Bruno Bossio e Marianna Madia e che successivamente è stato approvato dalla commissione Trasporti e Tlc della Camera, il Superbonus 110% è stato esteso agli interventi di cablatura degli edifici per accogliere le reti in fibra ottica. L’emendamento fa seguito alla proposta di Antonio Nicita, della quale abbiamo parlato qualche settimana fa.

LEGGI ANCHE: tutte le novità dal Black Friday 2020

Il bonus darà diritto a un credito d’imposta, il quale sarà riconosciuto per un importo massimo a 1.000€, per le spese documentate ed effettuate entro il 31 dicembre 2021. La relativa spesa può essere attivata anche se richiesta da condomini rappresentanti 1/3 dei millesimi. In tal caso, la proprietà della infrastruttura interna realizzata sarà pertinente al condominio, mentre le reti in fibra che vi passano saranno di proprietà dell’operatore o degli operatori che le posano.

In particolare, le opere compatibili con il bonus saranno quelle “finalizzate all’adeguamento degli stabili per le opere di realizzazione di infrastrutture fisiche interne adatte al passaggio di cavi in fibra ottica per la costruzione di reti di comunicazione ad alta capacità, prevedendo la necessaria separazione tra cavi per telecomunicazioni, cavi elettrici e cavi per servizi di videocitofonia, sorveglianza, telerilevamento“.

Fonte: Corriere Comunicazioni