Giretto in città? A Dubai sono in arrivo i taxi volanti controllati a distanza (video)

Vezio Ceniccola

Immaginatevi la scena. Siete l’assessore ai trasporti, nel vostro comune c’è un grave problema di traffico, le strade sono sempre bloccate e voi dovete assolutamente risolvere la situazione. Cosa fate? Aumentate i servizi di trasporto pubblico? Intensificate il numero di taxi? Create zone a traffico limitato? Sembrano tutte soluzioni ragionevoli, ma c’è chi si è inventato un modo migliore per sistemare il problema dei trasporti.

Infatti, a Dubai hanno voluto fare le cose in grande, come al solito, ed hanno pensato che il modo migliore per togliere il traffico dalle strade sia quello di spostarlo nel cielo. Dev’essere nata più o meno così l’idea dei taxi volanti senza pilota, che inizieranno a volare nel luglio di quest’anno.

Si tratta di piccoli elicotteri, o per meglio dire dei mega-droni, dotati di 8 rotori, posto passeggero – 100 Kg al massimo – e vano portabagagli. I motori sono elettrici, cosa che rende questo mezzo di trasporto assolutamente green, e la velocità massima è di circa 160 Km/h. Ogni drone sarà monitorato e controllato da un centro di comando a distanza, lasciando al passeggero la libertà di godersi il viaggio senza doversi preoccupare di niente.

LEGGI ANCHE: Project Loon: portare internet nel mondo coi droni

Anche se sembra fantascienza, questo nuovo modo di pensare il trasporto cittadino è una naturale evoluzione dei grandi passi avanti fatti dai droni e dalla meccanica. Lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum ha dichiarato che, entro il 2030, un quarto degli spostamenti complessivi a Dubai sarà effettuato tramite i taxi volanti. Speriamo fortemente che, entro tale data, anche in qualche città italiana possa arrivare questo tipo di tecnologia, visto che in quanto a traffico anche noi possiamo dire la nostra.

Via: Corriere Comunicazioni