Tesla inizierà a vendere solo online, ma intanto taglia fino a 50.000€ il prezzo delle sue vetture (aggiornato: strategia cambiata su tutti i fronti)

Matteo Bottin -

Tesla continua a non passarsela benissimo. Per questo, Elon Musk, durante una conferenza con la stampa, ha spiegato che Tesla eliminerà tutti i punti vendita dei propri veicoli in favore di una piattaforma online. Il tutto porterà sicuramente ad una perdita di molti posti di lavoro, ma dal suo lato Tesla sarà in grado di risparmiare il 6%, potendo quindi diminuire i prezzi delle auto (e dunque incentivarne le vendite).

In questo modo l’azienda potrebbe finalmente arrivare all’obiettivo di vendere la Model 3 al costo preannunciato di 35.000$ (ovviamente tasse escluse). Inoltre, parte delle persone incluse nel “reparto vendite” potrebbe essere spostato per migliorare il supporto clienti.

Intanto Tesla ha deciso di tagliare (drasticamente) i prezzi delle proprie autovetture. Questo taglio include ovviamente anche l’Italia, con dei cali veramente vertiginosi, superando anche i 50.000€ sulle fasce più alte. Ecco dunque i nuovi prezzi:

  • Model X
    • Long Range (565 km di autonomia): la ex-100D costa 90.400€ (da 118.980€, -24%)
    • Ludicrous Performance (542 km di autonomia): la ex-P100D costa 102.700€ (da 161.730€, -36,5%)
  • Model S
    • Standard Range (520 km di autonomia): 81.000€
    • Long Range (632 km di autonomia): 86.000€ (da 114.480€, -25%)
    • Ludicrous Performance (613 km di autonomia): 98.300€ (da 152.330€, -35,5%)

Nel caso voleste comprare una Tesla questo è il momento giusto: potete ancora sfruttare la rete di vendite fisica per provare l’auto prima che venga completamente smantellata.

Aggiornamento11/03/2019

Evidentemente le parole di Elon Musk erano state un po’ troppo frettolose: Tesla ha cambiato idea sulla sua strategia, e parliamo sia della rete di vendita che del taglio dei prezzi. Iniziamo con i negozi: certo, ci sarà qualche chiusura, ma si parla soltanto della metà degli showroom aperti ad oggi (nel Q4 2018 si parlava di 398 negozi).

Per supportare questa apertura dei negozi, alcuni modelli (che erano stati scontati) vedranno un rincaro: si parla del 3% del prezzo di vendita. In totale, quindi, le auto costeranno meno di quanto le paghereste ora (dato lo sconto del 6%), ma lo sconto è stato ridotto.

Ma Tesla rassicura: il prezzo di 35.000$ della Model 3 base non verrà toccato, in quanto il rincaro interesserà solo “le varianti più costose di Model 3, S e X”. I prezzi cambieranno il 18 marzo.

Piccola precisazione: i negozi che Tesla terrà aperti sono solamente showroom, la vendita delle auto verrà fatta esclusivamente online. Avrete dunque tutte le informazioni sulle auto Tesla, ma non potrete fisicamente comprarle lì, dovrete farlo online.

Forse questo è il giusto trade-off tra visibilità e flessibilità di vendita? Effettivamente moltissimi consumatori (e noi siamo tra questi – ndr) preferiscono vedere e toccare con mano un veicolo prima di comprarlo. Una vendita esclusivamente online sarebbe “un salto nel vuoto” che molti, probabilmente, non sarebbero disposti a fare. Soprattutto per cifre del genere.

Via: HDMotori, CNet, TEchCrunch (aggiornamento)Fonte: Tesla