Pepsi ha pre-ordinato 100 camion elettrici di Tesla, con un acconto di ben 2 milioni di dollari

Edoardo Carlo Ceretti

Se la nuova Roadster rimarrà una vettura di nicchia per definizione, Semi invece – il primo camion elettrico e smart, presentato il mese scorso da Tesla – sta già riscuotendo un ottimo successo durante la fase di pre-ordine, come era lecito attendersi. Sono già diversi gli ordini effettuati da celebri ed importanti aziende, ma il primato dell’ordine più nutrito va a Pepsi, che ha annunciato di aver richiesto la fornitura di ben 100 Tesla Semi.

Inizialmente, l’acconto per ciascun ordine ammontava a 5.000$, poi alzato a 20.000$. Se Pepsi avesse effettuato l’ordine dopo questa variazione, significherebbe aver già versato ben 2 milioni di dollari nelle casse di Tesla, in vista di una fornitura che non avverrà prima del 2019. Non si può negare insomma che Tesla goda di una certa fiducia fra le maggiori multinazionali del pianeta.

LEGGI ANCHE: Tesla ha terminato l’installazione dei primi tetti ad energia solare

100 Tesla Semi rappresentano una minima frazione di una flotta di camion di 10.000 unità per il colosso delle bevande, tuttavia rappresenta il primo tassello per il progetto di riduzione delle emissioni inquinanti e del taglio dei costi per il carburante. Semi infatti promette di coprire la distanza di ben 800 km con una singola ricarica delle sue gigantesche batterie, senza alcuna emissione di CO2.

Via: The VergeFonte: Reuters