Torna ad accendersi la rivalità tra Apple e Microsoft, ecco quali sarebbero i motivi

Filippo Morgante

La battaglia tra Apple e Microsoft sembra essersi nuovamente riaccesa, oppure non è mai finita? Secondo un recente rapporto di Bloomberg, la rivalità tra le due aziende è tornata più forte di prima e comprende molte aree nelle quali competeranno, come cloud computing o realtà mixata. Negli ultimi anni Apple e Microsoft sembravano essere in buoni rapporti, tanto che un dirigente di Redmond era stato addirittura invitato al lancio di un prodotto Apple, ma verso novembre, quando Apple ha introdotto il primo Mac con il chip M1, le cose sono cambiate.

LEGGI ANCHE: Instagram in versione web si prepara per una nuova importantissima funzione

L’azienda di Cupertino ha infatti assunto l’attore John Hodgman, conosciuto come il “ragazzo del PC” (video a fondo articolo), per promuovere i suoi nuovi Mac prendendo in giro i rivali. Poi, Intel, perdendo la partnership di Apple a lungo termine, ha assunto l’attore “Mac guy” per promuovere i PC alimentati da Intel rispetto ai Mac e agli iPad. Mark Gurman di Bloomberg riporta inoltre che un altro punto di rottura è stato il tentativo di Microsoft di far debuttare il suo servizio di cloud gaming per i dispositivi iOS, con Apple che non ha permesso all’azienda di lanciare il prodotto come questa intendeva fare.

Il giornalista di Bloomberg ha citato anche altre ragioni, come per esempio il fatto che Microsoft ha iniziato a sollecitare i regolatori antitrust statunitensi ed europei ad esaminare le pratiche di Apple, oppure che le quote di mercato dei Mac sono in ascesa mentre quelle dei PC Windows restano stagnanti. A lungo termine, entrambe le aziende saranno destinate a competere sugli stessi segmenti, in quanto Apple sta progettando di rilasciare un visore in realtà mista nel 2022, che potrebbe essere un competitor dell’HoloLens di Microsoft.

Via: 9to5mac
  • Federico C

    ..o forse Microsoft ha tutto l’interesse di mostrare una visione a lungo termine impegnata sul mercato consumer quando in realtà la stragrande maggioranza del suo business è in competizione con IBM ed AWS. Una campagna pubblicitaria “Mac vs PC” stile anni 2000 è di certo più efficace ed economica che spendere miliardi in R&D per espandere le linee Surface, Windows, Hololens ed Xbox con prodotti magari più di nicchia ma innovativi (e spesso fallimentari) come faceva in passato.