“I tuoi dati di Google Play Music saranno cancellati a breve” (aggiornato: addio)

Nicola Ligas - Come trasferire tutto su YouTube Music e vivere felici.

La chiusura definitiva di Google Play Music è ormai imminente: il 24 febbraio 2021 Play Music verrà di fatto cancellato, e con esso tutti i vostri dati ad esso relativi, tra i quali i caricamenti, gli acquisti e qualsiasi altra cosa abbiate aggiunto a Play Music. Per essere sicuro che tutti ne siano al corrente, Google sta inviando in queste ore una email (il cui oggetto coincide col titolo dell’articolo) a tutti gli utilizzatori del servizio, proprio per avvertirli di questo fatto.

Vi abbiamo già spiegato da tempo quanto sia semplice il trasferimento su YouTube Music: basta che vi rechiate su questo indirizzo (o qui, in alternativa) ed in un paio di clic la vostra raccolta musicale sarà spostata su YouTube Music. Anche se aveste già effettuato la procedura in passato, ma aveste poi apportato delle modifiche a Play Music, potrete rifarla nuovamente in un attimo.

Se volete invece scaricare in locale i vostri dati, potete farlo con Google Takeout, ma sempre entro il 24 febbraio 2021, dopo di che Play Music scomparirà pre sempre.

Aggiornamento17/03/2021

Sebbene la scadenza del 24 febbraio sia passata già da un po’ di tempo, Google aveva continuato a rendere disponibile l’opzione di esportazione su takeout.google.com/settings/takeout/custom/play_music.

Adesso però anche Google Takeout non può più essere usato per scaricare i dati di Play Music, e quindi ormai il servizio è da considerarsi definitivamente morto. O trasferito: fate voi.

Via: 9to5Google
  • zoo

    Non mi è mai stata chiaro che cosa uno acquista quando decide di comprare un brano in uno di questi servizi. Mi spiego, in questo caso google ha semplicemente migrato il servizio su un’altra piattaforma e quindi tutti i brani che un utente aveva deciso di possedere si possono spostare e rimangono fruibili. Ma se l’avesse chiusa, al compratore cosa sarebbe rimasto? Se compro un cd ho fisicamente un qualcosa che posso ascoltare quante volte voglio, indipendentemente dall’esistenza o meno della casa discografica che l’ha prodotto. Mi è capitato di acquistare un libro in formato digitale e anche per quello possiedo un file che possono leggere tramite adobe crm e possedere nel tempo. Per la musica?

    • Simone Sant

      In questo caso quello che “possiedo” ora che il servizio ha chiuso è una raccolta di circa 10GB di MP3, esportata con takeout giusto sabato scorso, che posso conservare nel mio smartphone/PC e ascoltare quando voglio.

      • zoo

        E possono essere riprodotti come normali file mp3 o hanno un qualche blocco per i diritti d’autore e quindi bisogna utilizzare determinate app?

        • Simone Sant

          MP3, non ho rilevato particolari limitazioni fino ad ora.

  • Darioxx96

    hanno capito che non lo usava proprio nessuno 😂
    Da quando esiste preinstallata Google music è la prima app che disattivo (insieme a movie e compania bella)

    • gastro67

      solo perchè tu non la usi non è detto che tutti lo facciano. Io la usavo con soddisfazione, ora uso YT music…

  • Zeronegativo

    francamente preferivo playmusic a youtube music, che in effetti ho provato a usare un paio di volte e poi ho abbandonato.
    grazie google, sentivo proprio il bisogno di migrare da un’app a un’altra un’altra volta.