Uber Taxi arriva tra le strade di Napoli (foto)

Federica Papagni

La città di Napoli a partire da oggi potrà contare su un nuovo modo per consentire ai suoi cittadini o visitatori di prendere un taxi, dal momento che è ufficialmente disponibile sul territorio del capoluogo campano Uber Taxi.

Questo servizio rappresenta per i tassisti una possibilità concreta per aumentare i propri ricavi, accedendo alla tecnologia di Uber che consente di ridurre i tempi tra una corsa e l’altra. Infatti, sono circa 50 i taxi che si sono registrati all’app Uber, e attraverso quest’ultima potranno essere chiamati in ballo dai clienti per i loro spostamenti cittadini.

LEGGI ANCHE: Ecco la prima collezione nata dalla collaborazione tra LEGO e Levi’s

I passeggeri avranno a disposizione tutte le funzionalità note di Uber, come la possibilità di avere informazioni sull’autista, avere una stima del costo della corsa in anticipo (il costo effettivo viene determinato a fine corsa dal tassametro), dividere il costo della corsa, visualizzare il percorso del proprio spostamento e, grazie al sistema di anonimizzazione, passeggeri e autisti potranno mettersi in contatto telefonicamente o via chat senza condividere il proprio numero di telefono. I passeggeri godono di tutte le funzionalità del safety center e, inoltre, l’azienda sta fornendo agli autisti partner prodotti per la pulizia e dispositivi di protezione personale, oltre ad un’apposita formazione, in virtù dell’emergenza sanitaria.

Con Napoli arrivano a quattro le città italiane in cui Uber è attivo con i suoi servizi per la mobilità: a Milano e Roma troviamo Uber Black, Lux e Van, mentre a Torino e nella neo-arrivata Napoli Uber Taxi.

  • Mariux Revolutions

    Com’è, adesso hanno cambiato idea sul Sud?
    Forse si saranno resi conti che è più sicuro transitare nel Meridione che nella “civilissima” Milano 😏