Un avanzato sottomarino nucleare da guerra, proteggerà il Regno Unito

Un avanzato sottomarino nucleare da guerra, proteggerà il Regno Unito
Cosimo Alfredo Pina
Cosimo Alfredo Pina

Dopo più di 15 anni di sviluppo e costruzione la Royal Navy ha presentato al mondo il sottomarino nucleare HMS Artful, il terzo della sua serie. Questo gioiello dell'industria militare vagherà nei nostri mari per i prossimi 25 anni, trasportando una dotazione tecnologica e militare di tutto riguardo.

LEGGI ANCHE: 9 anni di costruzione di un reattore nucleare in un video time-lapse

Questo "mostro marino", che misura circa 97 metri di lunghezza per 11 metri di larghezza è in grado di spostare 7.400 tonnellate d'acqua, al pari di 65 balenottere.

Il reattore nucleare è un Rolls-Royce PWR 2 in grado di portare il sottomarino a velocità di crociera di 30 nodi (circa 60 km/h), senza mai necessitare di un rifornimento, almeno per tutta la durata del servizio del sottomarino.

Grazie all'energia sprigionata dal reattore l'Artful è in grado di generare ossigeno e acqua potabile per tutti e 98 i membri dell'equipaggio, garantendo, a piene provviste, un'autonomia subacquea di tre mesi.

Le tecnologie a bordo sono tra le più avanzate disponibili, tra cui troviamo un periscopio a fibra ottica ed il più avanzato sistema sonar mai realizzato: il Sonar 2076 che utilizza una complessa rete di sensori che comprende 13.000 idrofoni installati sullo scafo.

Ovviamente non mancano le dotazioni belliche. La capacità del sottomarino è di 38 tra siluri e missili. Tra i più potenti che saranno a bordo troviamo dei siluri Spearfish in grado di "consegnare" 300 chilogrammi di esplosivo fino a 50 km di distanza, oltre che ai missili Tomahawk IV Land Attack Cruise che possono percorre 1000 km alla velocità di circa 885 km/h.

Questo avanzatissimo mezzo proteggerà ufficialmente la propria patria dopo aver superato i test di rodaggio che partiranno nel 2015. Nella speranza che l'Artful non attivi mai i suoi sistemi di difesa, non resta che dire "Artful save the Queen".

Via

Mostra i commenti