Un drone nelle mani di un criminale si trasforma in uno spacciatore volante

Un drone nelle mani di un criminale si trasforma in uno spacciatore volante
Cosimo Alfredo Pina
Cosimo Alfredo Pina

Il futuro dei droni è anche nel mondo della logistica e delle consegne espresse. Questo concetto è stato ripreso anche da qualche criminale che ha pensato di usare uno di questi velivoli radiocomandati per una consegna decisamente speciale.

Infatti lo scorso 27 luglio un drone si è schiantato nel cortile del Lee Correctional Institution (South Carolina, USA) con un carico di 144,5 grammi di tabacco, 6,6 grammi di eroina e 65,4 grammi di marijuana.

LEGGI ANCHE: Ecco come non deve essere usato un drone

L'avvenimento ha scatenato una rissa tra i detenuti "incuriositi" ed è stato necessario l'intervento delle guardie, con tanto di spray al peperoncino. Non è la prima volta che un drone viene utilizzato per trasportare materiale illegale ed è molto probabile che l'idea sarà ripresa più volte.

Ovviamente esistono leggi ben precise, soprattutto negli USA, ma spesso e volentieri non è possibile avere il controllo sul volo di questi piccoli mezzi; la speranza è che l'operato di questi criminali non vada ad intaccare i diritti di coloro che utilizzano i droni per attività lecite ed utili.

Via: CNET
Mostra i commenti