Con un laser si possono controllare Google Home e Amazon Echo senza voce (video)

Enrico Paccusse La prova arriva da una ricerca di Takeshi Sugarawa

Un raggio laser, modulato in un certo modo ed indirizzato ai microfoni di un qualsiasi dispositivo può simulare la voce umana e avviare determinate azioni sulla base dell’input vocale. Lo sapevate?

Questo è quanto è stato dimostrato praticamente in uno studio condotto da Takeshi Sugarawa tramite l’utilizzo di un raggio da 60 milliwatt puntato su Google Home, il quale ha avviato un’azione di conseguenza (video in allegato).

“I microfoni rispondono alla luce come se fosse suono”

Questo giochetto non funziona solo su Google Home, ma su qualsiasi dispositivo che abbia un microfono in grado di recepire comandi vocali, come ad esempio Amazon Echo (o una macchina, chissà).

LEGGI ANCHE: Toyota passa ad Android Auto

Non è sempre facile a causa delle condizioni esterne, e di certo non può essere fatto con un laser commerciale da 5 milliwatt, ma anche Google ha confermato che sta analizzando la ricerca per capire se ci siano modi per migliorare la sicurezza in questo senso.

Via: AndroidPolice
  • E allora?

    • Okazuma

      In alcuni contesti può essere una falla nella sicurezza delle abitazioni.
      Fermo restando che, per me, serrature, allarmi ed altre cose non dovrebbero essere collegate agli assistenti