Per usare il futuro Samsung Gear VR non servirà uno smartphone? (foto)

Cosimo Alfredo Pina

I Samsung Gear VR attualmente in commercio permettono di immergersi nella realtà virtuale, semplicemente sfruttando lo schermo di uno smartphone della serie Galaxy. Un brevetto ci mostra come in futuro le cose potrebbero essere ben diverse.

Nelle carte, pubblicate da poco dall’autorità sudcoreana, si parla infatti di un visore VR che funzioni usando lo schermo di uno smartphone, nello specifico con risoluzione 4K, e un PC. Il tutto, lo potete immaginare, per relegare il gravoso compito di generare l’ambiente virtuale e gestire i dati in arrivo dai vari sensori sulla macchina più potente, ovviamente il computer.

LEGGI ANCHE: Un Gear VR con tracciamento di posizione, occhi ed espressioni

Inoltre nel brevetto si parla anche della possibilità per un futuro, e ancora ipotetico, Gear VR di avere, oltre ad un ricco comparto sensori tra cui uno per la direzione dello sguardo, il proprio schermo. Qualcosa di molto simile quindi ad Oculus Rift o HTC Vive, che non necessiti per forza di uno smartphone per funzionare.

Come accennato per ora un Gear VR 4K e per PC resta nel dominio teorico. Però negli ultimi mesi sono diversi i brevetti Samsung venuti alla luce per questa tecnologia. Chissà se di fianco al sempre più vicino lancio di Galaxy S8 l’azienda sta pianificando qualcosa anche per la realtà virtuale.

Via: galaxyclub.nlFonte: engpat.kipris.or.kr (PDF)