Via al Bonus TV fino a 100€: tutti i dettagli su requisiti e come richiederlo

Via al Bonus TV fino a 100€: tutti i dettagli su requisiti e come richiederlo
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Questi sono giorni molto caldi per uno dei più recenti provvedimenti messi in campo dal Governo italiano per il sostegno del cambio generazionale nell'ambito delle trasmissioni televisive. Parliamo del nuovo Bonus TV che prevede un contributo fino a 100€.

Questa misura è stata presa in vista del rinnovamento degli standard di trasmissione televisiva che verrà introdotto gradualmente a partire dal 2022. Tale passaggio è necessario in seguito a una direttiva europea, per la quale i broadcaster televisivi dovranno cedere la banda 700 MHz agli operatori telefonici nell'ambito del passaggio al 5G.

Andiamo a vedere nel dettaglio in cosa consiste e come richiederlo.

Cosa prevede il Bonus TV Rottamazione?

La logica del bonus TV Rottamazione prevede uno sconto del 20%, fino a un massimo di 100€, per l’acquisto di una nuova TV o di un nuovo decoder compatibili con lo standard DVB-T2 HEVC Main10.

Quali dispositivi sono compatibili con il Bonus?

La lista completa dei dispositivi compatibili con il bonus la trovate in questa pagina.

Per accedere al bonus sarà anche necessario rottamare una vecchia TV, se si acquista una nuova TV, o un vecchio decoder, se si acquista un nuovo decoder.

Quali dispositivi si possono rottamare?

I dispositivi compatibili con la rottamazione, e dunque necessari per aggiudicarsi il bonus, devono essere non compatibili con il nuovo standard DVB-T2 HEVC Main10. Per controllare se la vostra attuale TV o decoder sono compatibili o meno con il nuovo standard dovrete sintonizzarvi sui canali 200 di Mediaset o 100 di Rai: se apparirà la dicitura “Test HEVC Main10“, allora il dispositivo non potrà essere rottamato; se apparirà la dicitura “canale non disponibile” allora potrete rottamarlo e accedere al bonus.

Acquisti compatibili e risorse disponibili

Lo sconto del 20% sull'acquisto di un nuovo televisore fino al massimo di 100€ potrà essere richiesto anche per gli acquisti online, a patto che il rivenditore abbia aderito all'iniziativa. Si potrà accedere al bonus una sola volta per nucleo familiare, a patto di essere residenti in Italia e di essere in regola con il pagamento del canone Rai, oppure di avere almeno 75 anni al 31 dicembre 2021 (questa categoria è esente dal pagamento del canone).

Il fondo messo a disposizione dal Governo corrisponde a 100 milioni di euro. Questa cifra, ipotizzando un finanziamento completo di 100€ per ogni richiedente idoneo, dovrebbe poter coprire un decimo della platea italiana che si trova nelle condizioni di dover cambiare televisore. La stima è stata fatta considerando coloro che non possiedono una TV compatibile con il nuovo standard DVB-T2. Non è assolutamente escluso che tale importo non possa venire incrementato da un successivo decreto legge.

Requisiti per richiedere il Bonus

Per accedere al Bonus TV sarà necessario fornire un'autocertificazione in merito alla regolarità del pagamento del canone Rai. In concomitanza con la richiesta del bonus e con l'acquisto del nuovo apparecchio, il cliente dovrà restituire il vecchio apparecchio da rottamare presso un centro comunale di raccolta RAEE consegnando un modulo disponibile sul sito Mise. Inoltre, il venditore, per applicare lo sconto, dovrà accedere alla piattaforma messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate e inserire la richiesta di bonus. Queste verranno prese in considerazione in ordine cronologico e verranno approvate se sussisteranno tutti i requisiti descritti sopra e se vi saranno ancora fondi disponibili. Dunque coloro che vogliono acquistare una nuova TV usufruendo del bonus non dovranno inserire alcuna richiesta sul portale.

Successivamente il venditore recupererà lo sconto applicato al momento della dichiarazione dei redditi sotto forma di credito d'imposta.

Scadenze e termini da ricordare

  • La richiesta del bonus potrà essere inserita fino al 31 dicembre 2022.
  • A partire dal 15 ottobre 2021 partirà il passaggio dalla codifica Mpeg2 all’Mpeg4. Questa sarà la fase transitoria del passaggio al nuovo standard DVB-T2.
  • A partire dal 1 gennaio 2023 si passerà definitivamente allo standard DVB-T2 con codifica HEVC Main10.
  • La piattaforma per richiedere il bonus sotto forma di sconto da parte dei venditori verrà messa a disposizione a partire dal primo pomeriggio di lunedì 30 agosto 2021.
Fonte: IlSole24Ore

Commenta