Nel visore in realtà mista di Apple c'è lo zampino di Jony Ive

Nel visore in realtà mista di Apple c'è lo zampino di Jony Ive
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Il visore in realtà mista di Apple è uno dei prodotti più attesi di quest'anno: dopo tantissimi rumor che hanno svelato molti dettagli interessanti, ecco che un nuovo report di The Information offre altre informazioni sul dispositivo. 

Una delle caratteristiche principali del visore riguarda il riconoscimento precisissimo delle espressioni degli utenti: questo sarà possibile grazie a 14 fotocamere poste sul visore, che riusciranno con precisione a captare le espressioni e i movimenti della bocca e a replicarle sul software. Questa funzione in particolare, è stata molto difficile da implementare stando alle parole del report.

Il visore inoltre è in qualche modo collegato a Jony Ive, lo storico progettista di Apple che ha curato tantissimi prodotti: "due persone hanno riferito che anche dopo che Ive ha lasciato Apple, alcuni dipendenti del progetto del visore erano ancora tenuti a fare il viaggio da Cupertino a San Francisco, dove Ive risiede, per ottenere la sua approvazione" si legge nel report. Ive avrebbe dunque contribuito al design e avrebbe aiutato i progettisti nel capire dove posizionare chip e batterie.

Infine, si pone enfasi sul fatto che il visore di Apple non è pensato esclusivamente per il gaming: nelle presentazioni interne, spesso non si faceva neppure riferimento ai giochi, segmento che invece è particolarmente indicato per i visori di questo genere.

Via: MacRumors
Mostra i commenti