Addio codici e lettere: ora il protocollo Wi-Fi si riconosce al volo grazie ad un semplice numeretto

Vezio Ceniccola

Le specifiche delle connettività di rete non rientrano nella cerchia delle informazioni facilmente interpretabili dall’utente medio, soprattutto quando si parla di soluzioni wireless. Per questo, la Wi-Fi Alliance ha deciso di apportare importanti modifiche alle denominazioni commerciali dei protocolli Wi-Fi, che da ora saranno riconoscibili a colpo d’occhio anche dai meno avvezzi al mondo della tecnologia.

Da ora in poi, per identificare le diverse tecnologie di rete integrate nei dispositivi come modem, router, smartphone, notebook o altro ancora, sarà sufficiente leggere il numero identificativo della versione Wi-Fi supportata. La corrispondenza delle versioni è quella indicata dallo schema che trovate di seguito:

  • Wi-Fi 4: 802.11n (2009) – fino a 600 Mb/s (2,4 GHz e 5 GHz)
  • Wi-Fi 5: 802.11ac (2013) – fino a 3 Gb/s (5 GHz)
  • Wi-Fi 6: 802.11ax (2018) – fino a 10 Gb/s (2,4 GHz e 5 GHz)

In questo modo, sarà molto più semplice capire la generazione del protocollo utilizzato (4, 5 o 6), senza dover ricorrere al suo nome standard con codici e lettere (802.11n, ac o ax), che può generare molta più confusione per gli utenti meno esperti.

Per rendere ancora più chiaro il passaggio, sono stati introdotti anche nuovi loghi e nuove icone che riportano i numeri della versione Wi-Fi. Tali icone compariranno nelle schermate di sistema dei dispositivi, in modo da poter dare una chiara indicazione all’utente sulla velocità della rete a cui vogliono connettersi. Potete vedere vari esempi d’utilizzo nelle immagini riportate nella galleria a fine articolo.

LEGGI ANCHE: La sicurezza delle reti Wi-Fi fa un passo in avanti

I primi dispositivi a presentare le nuove certificazioni dovrebbero arrivare sul mercato all’inizio del prossimo anno, in corrispondenza del lancio commerciale del nuovo standard Wi-Fi 6, sinora conosciuto col nome di 802.11ax. La diffusione delle nuove denominazioni dei protocolli di rete sarà sempre più ampia nei prossimi mesi, sperando che tutte le maggiori aziende tecnologiche scelgano di adottare questa nuova ed intuitiva forma di riconoscimento.

Via: The VergeFonte: Wi-Fi Alliance