Winamp venderà NFT legati alla sua skin originale: effetto nostalgia assicurato

Winamp venderà NFT legati alla sua skin originale: effetto nostalgia assicurato
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Chi non ricorda Winamp, il lettore audio nato nel 1997 che negli anni 2000 ha avuto una vastissima diffusione? Dopo una serie di travagliate vicende, il programma ha visto un recente aggiornamento, con un nuovo sito e una diversa veste più orientata allo streaming, senza ovviamente dimenticare il progetto portato avanti dalla comunità di appassionati.

Ora Winamp ha lanciato una fondazione per aiutare i musicisti di tutto il mondo a creare la musica che amano e per sostenerla finanziariamente, e promuoversi, si è lanciata nel mondo dei Non Fungible Token, gli ormai famosi NFT

Winamp infatti ha previsto due vendite separate. La prima, dal 16 al 22 maggio, di NFT collegati alla sua skin originale del 1997 (foto sotto), mentre la seconda inizierà il 23 maggio e prevederà la messa in vendita di NFT collegati a 20 opere d'arte derivate dalla skin stessa. Le opere d'arte verranno selezionate tra i lavori presentati sul sito dell'iniziativa entro il 15 aprile e i vincitori comunicati il 18 maggio.

Gli NFT saranno venduti sulla piattaforma OpenSea, i proventi saranno destinati alla fondazione di cui sopra mentre gli artisti selezionati riceveranno il 20% dei ricavi. Gli acquirenti, invece, pagheranno 0,08 Ethereum (circa 210 dollari al cambio attuale) per NFT, e avranno il diritto di "copiare, riprodurre e visualizzare" l'immagine, ma non ne possederanno il copyright.

Via: The Verge
Fonte: Winamp
Mostra i commenti