Windows Hello ora supporta le chiavi di sicurezza FIDO2 per l’accesso sicuro a dispositivi condivisi (video)

Roberto Artigiani -

Diversi anni fa Microsoft è entrata a far parte di FIDO Alliance, un’organizzazione non profit che ha lo scopo di rendere più sicuri i metodi di autenticazione online. Oggi finalmente i lavori svolti sul tema hanno raggiunto un nuovo obiettivo: Windows Hello sarà compatibile con lo standard FIDO2.

In sostanza per loggarsi su un qualsiasi PC con Windows 10 gestito con Azure Active Directory, non sarà più necessario inserire una password, ma basterà usare una speciale “chiave”. Questi dispositivi esistono da qualche tempo e sono considerati più sicuri del vecchio metodo delle password perché sfruttano la crittografia con chiavi pubbliche, a cui può essere aggiunto un PIN o l’impronta digitale.

LEGGI ANCHE: Chrome, Firefox e Edge supportano lo standard Webauthn

Per capire forse è più semplice guardare i video qui sotto, visto che il sistema è più facile da mostrare che da spiegare nel suo funzionamento. Considerando che un utente in media ha circa 90 account, per ognuno dei quali dovrebbe avere una parola chiave distinta, calcolare le ore che passiamo ogni anno a ricordare, recuperare e cambiare le password per accedere ai più disparati servizi è forse impossibile, ma è una seccatura che tutti conosciamo benissimo.

Questa tecnologia promette inoltre di snellire notevolmente il lavoro degli addetti alla sicurezza nelle aziende. In effetti per ora il servizio sarà disponibile solamente per le utenze enterprise e, in ogni caso, è ancora nella fase preliminare. Se siete interessati a partecipare all’anteprima dovete iscrivervi alla lista compilando il questionario online.

Yubiko

HID

Feitian

Via: NeowinFonte: Microsoft Blog