Xiaomi vuole invadere l’Europa triplicando il numero dei suoi Mi Store

Vezio Ceniccola

Xiaomi si sta dimostrando sempre più interessata al mercato europeo, ricompensando la fiducia dei tanti fan che anche in Europa le stanno permettendo di crescere a ritmi vertiginosi. Proprio per questo motivo, l’azienda cinese non intende fermarsi, ma anzi ha già deciso di schierare nuove truppe per invadere il Vecchio Continente con tantissimi nuovi Mi Store.

Wang Xiang, senior vice president della casa cinese, ha dichiarato che entro la fine del 2019 i negozi ufficiali di Xiaomi in Europa passeranno da 50 a 150, con un numero che sarà praticamente triplicato rispetto allo scorso anno. Questo dovrebbe permettere al produttore di mantenere o addirittura aumentare il tasso di cresciuta per quanto riguarda la vendita di dispositivi a proprio marchio, che in Europa nel 2018 si è assestato su un ottimo +62%.

Tra i top 5 brand tecnologici, Xiaomi è quello che è cresciuto di più in Europa lo scorso anno. Anzi, è il solo insieme a Huawei ad aver chiuso il 2018 con un segno positivo per quanto riguarda la variazione nel numero di dispositivi spediti, visto che tutti gli altri concorrenti hanno fatto registrare cali significativi.

LEGGI ANCHE: Xiaomi promette decine di nuovi Mi Store in Italia

A questo punto, l’apertura di un Mi Store nella propria città non appare un’ipotesi così fantasiosa per molti utenti italiani, soprattutto per chi vive in un centro abbastanza popoloso. Dopo i negozi Xiaomi già aperti a Milano, Venezia e in altre città italiane, quale potrà essere il prossimo?

Via: The VergeFonte: CNBC
  • jeckrosso

    Più che i negozi dovrebbero aumentare i prodotti importati

  • Dica

    Un paio di negozi al sud sicuramente non dispiacerebbero a nessuno.