Xiaomi presenta Mi Robot Vacuum 2: non aspira più soltanto la polvere, ma deterge anche i pavimenti (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Il primo modello di Mi Robot Vacuum di Xiaomi è stato un vero e proprio successo. Come quasi sempre gli accade, il produttore cinese riesce a centrare l’obiettivo già al primo tentativo, commercializzando un robot aspirapolvere dal prezzo decisamente competitivo, ma dalle prestazioni vicine ai top di gamma del settore, come vi abbiamo illustrato nel corso della nostra recente recensione. Ora però, è tempo di fare spazio al suo successore, che si annuncia ricco di novità.

La più ghiotta è senza dubbio la possibilità di lavare i pavimenti, non soltanto di liberarli dalla polvere. Infatti, Mi Robot Vacuum 2 è in grado di bagnare il pavimento su cui transita e, contemporaneamente, asciugarlo detergendolo dalla sporcizia più profonda, servendosi di uno speciale panno in teflon, facilmente lavabile e da sostituire anche soltanto una volta all’anno.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Robot Vacuum, la recensione

Mi Robot Vacuum 2 non dimentica però i punti di forza che hanno reso celebre il predecessore, ovvero la capacità di mappare realmente e ancora più precisamente la vostra casa – per mezzo di un sensore LDS e una serie di altri 13 sensori – per una pulizia più razionale ed efficace, e di aspirare quantità sorprendenti di polvere, per la fascia di prezzo. Il nuovo robot aspirapolvere di Xiaomi rimane poi sempre smart, grazie alla possibilità di comandarlo e di pianificarne i cicli di pulizia tramite l’app Mi Home, disponibile per Android ed iOS.

Grazie alla batteria da 5.200 mAh, Mi Robot Vacuum 2 consente di pulire con una sola ricarica – che impiega circa 3 ore per essere completata, nella sua apposita base – una superficie di circa 250 mq. Tutte queste novità e miglioramenti hanno però un prezzo: 2.499 yuan (circa 316€), ovvero ben mille in più rispetto al modello precedente. Il nuovo robot di Xiaomi è già disponibile in Cina, mentre per l’Italia bisognerà come sempre attendere i canali di importazione.

Via: Gizchina.it