Un direttore d’orchestra robot ha guidato Bocelli e l’orchestra di Lucca (foto)

Leonardo Banchi

Neanche Verdi può ritenersi al sicuro dall’invasione della tecnologia: in occasione del Festival della Robotica di Pisa, a salire sul palco di un concerto di musica classica accanto ad Andrea Bocelli è stato YuMi, un direttore d’orchestra robotico sviluppato da ABB.

Il robot ha diretto il tenore e l’orchestra filarmonica di Lucca in tre brani del concerto, fra i quali la famosa aria “La donna è mobile” dal Rigoletto di Verdi, “spodestando” dal piedistallo il direttore Andrea Colombini.

LEGGI ANCHE: iLife A6 robot aspirapolvere, la recensione

Proprio quest’ultimo ha collaborato con la casa di sviluppo per “insegnare” al robot tutti i movimenti necessari per dirigere l’orchestra: “Abbiamo dovuto impiegare del tempo per comprendere i suoi movimenti”, ha dichiarato Colombini a Reuters, “ma una volta trovato il modo, tutto è stato piuttosto semplice”.

Chi è preoccupato per la perdita di “umanità” anche di un’arte come la musica, può tuttavia consolarsi pensando che il momento in cui direttori robot potranno davvero sostituire gli esseri umani appare ancora lontano: data la sua incapacità di improvvisare, YuMi non avrebbe potuto fronteggiare imprevisti come piccoli errori o un cambio di tempo. Per quanto tempo ancora, però, potremo rassicurarci con questo pensiero?

Via: C|NetFonte: Reuters