Zuckerberg spinge sul VR: Meta lancerà ben quattro visori nei prossimi due anni

Zuckerberg spinge sul VR: Meta lancerà ben quattro visori nei prossimi due anni
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Tra visori per la realtà virtuale Project Cambria e occhiali per la realtà aumentata Project Nazare, Meta non sta risparmiando sugli investimenti in dispositivi portatili che possano migliorare la nostra visione del mondo o che servano da porta d'accesso in uno completamente nuovo come il metaverso.

Ora il sito The Information ha pubblicato la roadmap dei piani dell'azienda di Mark Zuckerberg, che prevede per il 2024 il lancio di ben quattro visori. Il primo di questi sarà il noto Project Cambria, conosciuto internamente con il nome Arcata, che dovrebbe essere presentato a settembre a un prezzo di circa 799 dollari.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il visore sarà dotato da immagini ad alta risoluzione, abbastanza elevate per leggere il testo in modo da poter scrivere email o codice all'interno della realtà virtuale. La potenza di elaborazione sarà simile a quella di un laptop di fascia bassa, come un "Chromebook per il viso" che esegue web app, ma i suoi principali punti di forza saranno la capacità di gestire il passthrough a colori per la realtà mista, e una batteria più grande di quella del Quest 2, montata sul retro. Ovviamente all'interno ci saranno sensori per tracciare il movimento degli occhi e le espressioni facciali in modo da convertirle nell'avatar virtuale, mentre il tutto sarà gestito dal sistema operativo Android di Meta.

Poi ci saranno due visori VR, nomi in codice Stinson e Cardiff, che rappresenteranno le prossime versioni del Quest e usciranno nel 2023 e nel 2024.

Infine Meta prevede di lanciare gli occhiali Nazare AR, previsti come abbiamo già visto per il 2024, che usciranno insieme agli occhiali intelligenti Hypernova (più economici), accoppiati a una fascia da polso per l'elettromiografia differenziale che dovrebbe consentire a chi li indossa di controllarli attraverso i pensieri. In teoria gli occhiali Nazare dovrebbero funzionare indipendentemente da un telefono cellulare, mentre gli occhiali Hypernova si accoppieranno allo smartphone per notifiche e messaggi. Insomma, la strada per il 2024 è piuttosto impegnativa, e non è ancora finita, perché quest'anno Meta potrebbe anche lanciare uno smartwatch.

Mostra i commenti