Rivoluzione Samsung TV 2022: MICRO LED, nuova interfaccia, schermi opachi e... NFT!

Ce n'è per tutti i gusti (e le tasche)
Rivoluzione Samsung TV 2022: MICRO LED, nuova interfaccia, schermi opachi e... NFT!
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Samsung ha presentato al CES la sua nuova linea di televisori per il 2022, e le novità sono davvero tantissime, su tutti i fronti. Arrivano nuovi (e senz'altro carissimi) MICRO LED (da non confondere con i mini LED: a dispetto del nome simile, è un'autentica rivoluzione), i servizi di cloud gaming sono ora integrati (Stadia e GeForce Now su tutti), la serie The Frame diventa opaca, per essere ancora più simile ad un'autentica opera d'arte; e poi ci sono novità anche per i Neo QLED, le soundbar e tanto altro.

Non è mai il momento giusto per un nuovo TV insomma, perché grossi cambiamenti sono sempre dietro l'angolo, anche se il prezzo d'ingresso sarà facilmente elevatissimo.

MICRO LED

25 milioni di LED della grandezza di un micrometro ciascuno, che producono singolarmente luce e colore, per raggiungere picchi di luminosità (con 1 milione di step) e profondità del colore mai visti (20-bit su scala di grigio). I MICRO LED saranno la punta di diamante Samsung del 2022, e come tali saranno offerti solo in grandi formati: 89, 101 e 110 pollici; avrete bisogno di una bella parete per poterveli permettere (oltre che di un bel portafoglio). Tutte rigorosamente in 4K a 120 Hz.

Pieno è il supporto agli spettri di colore DCI ed Adobe RGB, ed impressionante il rapporto schermo/superficie: 99,99%, reso ancor più impressionante dal fatto che in alto, di lato e sotto ci sono vari speaker con supporto Dolby Atmos, per un suono pienamente immersivo.

Grazie alla Art Mode potrete trasformare il TV in un'opera d'arte, inclusi due pezzi esclusivi ad opera di Refik Anadol. E con uno schermo così grande non poteva mancare il multi-view, con supporto fino a 4 fonti contemporaneamente.

NEO QLED

I TV mini LED (Neo QLED, per gli amici) non stanno certo a guardare, e con il nuovo processore Neo Quantum di quest'anno viene introdotta un'avanzata mappa di contrasto con BLU (back-light unit), che porta a 14 bit li livello di gradazione della luminosità, ovvero 16.384 step di luminosità, contro i 4.096 precedenti (queste mette ancora più in prospettiva il milione di step raggiunti dai MICRO LED). Da notare però che alcuni modelli arriveranno fino a 144 Hz di refresh.

La nuova tecnologia Shape Adaptive Light aumenta la luminoistà e la precisione di tutte le forme di luce nello schermo, esaltando ancora di più i contenuti HDR. I Neo QLED Samsung 2022 hanno anche Real Depth Enhancer, che determina e processa ogni oggetto rispetto allo sfondo per aumentarne il senso di profondità.

Samsung sottolinea anche la modalità EyeComfort, che aggiusta la luminoistà ed il tono dello schermo in base all'ambiente, usando il sensore di luminosità e le informazioni sugli orari di alba/tramonto, riducendo particolarmente la luce blu di notte, per non compromettere il riposo.

Novità anche sul fronte audio con OTS (Object Tracking Sound), che muove i suoni all'interno della stanza in accordo con gli oggetti a schermo, grazie anche a degli speaker posizionati verso l'alto, esaltando così l'esperienza Dolby Atmos.

The Frame, The Sero, The Serif

I display delle serie The Frame (da 32 ad 85 pollici), The Sero e The Serif (da 43 a 65 pollici) hanno ora una finitura opaca, anti-glare, anti-riflesso ed anti-impronte digitali, per far sì che possiate ammirarli come fossero un vero quadro, anche in presenza di forti fonti di luce, che ora non saranno più riflesse dallo schermo.

Rivoluzione software

La rivoluzione Samsung non passa solo per l'hardware, ma anche per il software. La nuova interfaccia, basata sempre su Tizen OS, prevede una home screen completamente rinnovata, in particolare con il nuovo Media Screen, che raccoglie tutti i servizi di streaming dell'utente in un unico hub, con una sezione "continua a guardare" che aggrega contenuti da qualsiasi provider siate iscritti, in modo da non dover continuamente saltare da uno all'altro.

Abbiamo poi Watch Together, che consente di condividere la visione dello stesso contenuto da remoto, con amici e parenti: basta collegare una webcam USB, o anche solo uno smartphone, per poter video chattare e commentare in diretta film e serie TV con chi volete.

Novità succose anche per il gaming hub, che adesso permette non solo di riprendere al volo i giochi dalle vostre console, avviandole al volo direttamente dalla TV, ma include anche GeForce Now e Stadia, oltre al meno blasonato Utomik (fino ad un massimo di 1080p, per ora). Come ciliegina sulla torta, le console collegate via HDMI supporteranno il passthrough controller input, ovvero potrete usare il gamepad di Xbox e PlayStation anche per giocare con i servizi di cloud gaming. 

Infine, e questa non ve l'aspettavate, arriva il supporto agli NFT. Samsung è il primo grande produttore ad integrare questi nuovi "beni digitali" sulle sue TV, fornendo una piattaforma in grado di navigare, acquistare e mostrare anche questa forma d'arte.

Via: The Verge
Fonte: Samsung

Commenta