Amazon e Google, amici mai: Project Tempo sarà il prossimo agguerrito avversario di Stadia

Edoardo Carlo Ceretti - Anche Amazon è (quasi) pronta a lanciarsi nell'agone del cloud gaming.

In attesa di capire se quanto seminato da Google Stadia stia dando i suoi frutti, all’orizzonte del competitivo mondo del cloud gaming si staglia un nuovo e minaccioso concorrente. Se già Big G doveva preoccuparsi di guardarsi le spalle da clienti scomodi come Microsoft (Project xCloud), Sony (PlayStation Now) e NVIDIA (GeForce Now), presto toccherà ad Amazon lanciare un nuovo guanto di sfida.

Non è un secreto che il colosso guidato da Jeff Bezos stia preparando il terreno per un suo ingresso nell’industria videoludica. E lo sta facendo a partire dai videogiochi, con almeno un paio di titoli in lavorazione: il primo è Crucible, uno sparatutto cooperativo con elementi tattici, sviluppato da Relentless Studios, di proprietà di Amazon; il secondo si chiama invece New World, basato sul motore di gioco Amazon Lumberyard e sviluppato da un game studio di San Diego, sempre appartenente alla scuderia Amazon.

LEGGI ANCHE: Le 10 migliori app per fare videochiamate di gruppo

Un altro aspetto su cui Amazon si è già messa avanti con i lavori e a dir poco cruciale per la sostenibilità di un progetto di cloud gaming, è quello dei server e dei servizi di cloud computing, grazie alla lunga esperienza con Amazon Web Services (AWS).

Per il momento, la piattaforma di cloud gaming di Amazon è conosciuta con il nome di Project Tempo e, sebbene stia procedendo a fari spenti, il suo lancio ormai non è troppo lontano. L’emergenza sanitaria mondiale ne starà sicuramente rallentando lo sviluppo, ma state sicuro che presto ne risentiremo parlare.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “03/04 – Last of us II rinviato, anti-bufale su WhatsApp e Project Tempo” su Spreaker.

Via: 9to5 Google