Anche Nintendo Switch OLED è stata torturata in un test di resistenza

E risulta comunque più solida del modello precedente
Anche Nintendo Switch OLED è stata torturata in un test di resistenza
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Anche l'ultima arrivata in casa Nintendo è passata dalle mani dello youtuber JerryRigEverything per uno dei suoi consueti test di resistenza: nonostante le torture a cui viene sottoposta, Switch OLED risulta comunque più solida del modello precedente.

Come al solito, si parte dal test dello schermo: purtroppo il display OLED è ricoperto da un sottile strato di plastica, dato che i primi graffi si mostrano già al livello 3 e 4 della scala Mohs. Nessun cambiamento invece per i Joy Con, che comunque sono più saldamante agganciati alla console grazie al miglioramento della slitta.

I miglioramenti più evidenti sono sicuramente sul retro: lo stand per mantenere Switch OLED "in piedi" è molto più grande e robusto rispetto al modello precedente ed è completamente in metallo. Il test della fiamma lascia un segno indelebile sullo schermo, mentre il test di piegatura mostra quanto la console sia più solida, dato che non si spezza (nonostante ora risulti leggermente piegata).

Commenta