All-Star Fruit Racing: anteprima e intervista con gli sviluppatori per il nuovo gioco di corse tutto italiano

Lorenzo Delli -

Anteprima All-Star Fruit Racing – Ve ne abbiamo già parlato in occasione del suo lancio su Steam in early access. All-Star Fruit Racing è un kart game tutto italiano, firmato dalla software house indie 3DClouds.it, che cerca di proporre al suo pubblico le classiche dinamiche del genere impreziosite da un motore grafico particolarmente curato e soprattutto da nuove ed inedite dinamiche di gioco.

Proprio grazie a 3DClouds.it abbiamo avuto l’opportunità di testarlo con mano passando diverse ore in sua compagnia, apprezzandone proprio le caratteristiche che abbiamo elencato nel precedente paragrafo. Per cominciare la software house ha fatto un ottimo utilizzo dell’Unreal Engine 4, realizzando ambientazioni tridimensionali coloratissime e davvero ricche di dettagli. Proprio i tracciati sono uno dei punti essenziali di un gioco di corse, che sia esso arcade o simulativo, e quelli presenti finora nella versione early access del gioco sembrano davvero ben congegnati.

LEGGI ANCHE: Il gioco di corse italiano Redout: Lightspeed Edition disponibile per PS4 e Xbox One

Non mancano strade alternative, ostacoli di vario genere anche dinamici, rampe, curve da affrontare in derapata e persino un pubblico (tutto di frutta ovviamente) che esulta e fa il tifo mentre sfrecciamo lungo il rettifilo finale. Una di queste caratteristiche ci porta diritti diritti alle meccaniche di gioco che caratterizzano All-Star Fruit Racing. Come ogni kart racing che si rispetti, anche in quello realizzato da 3DClouds.it dovremo sfruttare le derapate per affrontare al meglio le curve. E proprio come in altri kart game, più a lungo si derapa e più si potrà contare su un boost di velocità, in questo caso con un leggero ritardo rispetto alla conclusione della derapata, con il rischio però di far “esplodere” il motore trasformando una derapata in un fastidioso “epic fail”. Dovremo quindi dosare il tempo di derapata per evitare il surriscaldamento: avremo sia un indicatore su schermo sia il colore delle ruote ad allertarci dei limiti strutturali del kart.

Una delle novità a livello gameplay a cui facevamo cenno è il sistema dei Juicer, ovvero dei veri e propri frullatori che mischiano la frutta raccolta in pista per generare power-up offensivi e difensivi. A raccontarvi questa dinamica sarà proprio il CEO e Founder di 3DClouds.it nella intervista che trovate a seguire. Tra le modalità di gioco è possibile affrontare quella che prevede appunto la raccolta di frutta, che richiede un certo sforzo strategico da parte del giocatore, ed una più classica in cui si raccolgono power-up belli che confezionati. A proposito dei power-up possiamo dire che potrebbero richiedere una certa dose di bilanciamento: alcuni tra quelli offensivi rischiano veramente di rovinare una gara in un sol colpo, mentre altri sono ben poco incisivi. Ma d’altronde è proprio per questo che il gioco è stato lanciato in early-access, per permettere agli sviluppatori di fare le giuste correzioni prima del lancio ufficiale e anche per permettere agli utenti di testare con mano e fornire un primo giudizio, fornendo dove possibile consigli di vario genere.

Da evidenziare poi la possibilità di personalizzare i propri kart con decine e decine di combinazioni, cambiando non solo alcuni dei principali pezzi che li compongono ma anche colori e livree. Questo perché a breve verrà lanciata anche la sezione online del gioco, che permetterà sfide fino a 8 giocatori contemporaneamente. Al momento dovrete accontentarvi, si fa per dire, di campionati, personalizzabili e non, gare singole, gare cronometrate o della modalità carriera, il tutto alternandosi tra cinque modalità di gioco. Nell’attesa del lancio ufficiale del gioco, potete recuperare la versione early access su Steam a soli 14,99€. Prima di lasciarci però, date un’occhiata al video gameplay e soprattutto all’intervista in cui approfondiamo ulteriormente alcuni temi del gioco.

Gameplay All-Star Fruit Racing

Diamo quindi uno sguardo al gameplay di All-Star Fruit Racing, realizzato ovviamente su PC Windows con Intel Core i7-6700, 16 GB di RAM e NVIDIA GeForce GTX 1060.

INTERVISTA A FRANCESCO BRUSCHI, CEO DI 3DCLOUDS.IT

Abbiamo avuto l’opportunità di fare qualche domanda a Francesco Bruschi, CEO e Founder della software house indie che si è occupata di All-Star Fruit Racing. Eccovi quindi serviti con il nostro botta e risposta!

  • Sviluppare un kart game considerata la presenza di quel mostro sacro di Mario Kart non è cosa banale. Quale è stata la spinta creativa che ha portato 3DClouds a sviluppare un simile gioco? C’entra qualcosa la nostalgia?

In verità no, l’idea è nata principalmente per dare, anche all’utenza di tutte le piattaforme, un gioco di kart completo, divertente e strategico, grazie all’utilizzo di tecnologie di nuova generazione. Mario Kart è sempre stato legato alla tecnologia imposta da Nintendo, leggermente inferiore a quella delle altre console. Noi abbiamo voluto creare un prodotto utilizzando una qualità tecnica molto alta. Crediamo che All-Star Fruit Racing, seppur sia un kart game, sia diverso da Mario Kart, soprattutto nelle dinamiche di gioco. 

  • I Juicer sono uno degli elementi più curiosi di All-Star Fruit Racing. Puoi spiegare ai lettori di SmartWorld come funzionano e cosa hanno di diverso dai classici sistemi di power-up degli altri giochi di corse?

Il Juicer (posizionato su ogni kart) è formato da 4 tank che permettono di raccogliere la frutta sulla pista, suddivisa in 4 stagioni (Autunno, Inverno, Primavera ed Estate). Quando si raccoglie frutta, ad esempio dell’Estate, si riempirà il tank contraddistinto dal colore estivo. I 4 tank si possono aprire e chiudere a proprio piacimento in quanto All-Star Fruit Racing, come ci piace ripetere spesso, è un gioco strategico. Ogni tank riempito dà la possibilità di utilizzare una mossa, sommando 2 tank si ha una mossa ancora più potente della singola, sommando 3 tank la mossa diventa ancora più potente e così via. Importante la super mossa “Mega Juice” che si può utilizzare quando si hanno tutti e 4 i tank a disposizione pieni. La Mega Juice, diversamente dalle altre mosse, è specifica per ogni personaggio. Ad esempio fragola ha una sua mossa specifica (che non vi sveliamo per non rovinare la sorpresa!), così come cocco, ananas etc etc… 

  • La direzione artistica ci ha ricordato moltissimo l’ambientazione “Sugar Rush” nel film d’animazione Disney “Ralph Spaccatutto”: lì erano i dolci a essere i protagonisti, qui invece è la frutta. Vi siete ispirati in qualche modo a quella pellicola? E… perché proprio la frutta? Il delfino a forma di banana a bordo pista è davvero un tocco di classe!

Grazie! All-Star Fruit Racing è davvero pieno di ispirazioni, citazioni, rimandi. Abbiamo voluto rendere alcuni omaggi proprio per caratterizzare ancor di più All-Star Fruit Racing e far divertire il giocatore. Ralph Spaccatutto è sicuramente stato una grande ispirazione per noi. Quando lo abbiamo visto avremmo voluto essere parte di in quel mondo e giocarci. Abbiamo scelto di utilizzare la frutta perché è universale, a tutti piace la frutta, in ogni parte del mondo! Inoltre abbiamo pensato che la frutta ci desse la possibilità di aprirci a diverse possibilità artistiche, creazioni grafiche e via dicendo… 

  • Motore grafico curatissimo (per cui non possiamo che farvi i complimenti), tantissimi contenuti di gioco, l’originale sistema dei Juicer, e nonostante tutto un prezzo così contenuto. Qual è il vostro segreto?

3DClouds.it è una software house indie e non volevamo presentarci sul mercato con un prezzo proibitivo per molti. Ci piacerebbe che All-Star Fruit Racing diventi il gioco perfetto per giocare con gli amici, il gioco di relax dopo una giornata di lavoro. Un passatempo sano, divertente e competitivo. Ritornando al prezzo con cui abbiamo scelto di uscire in Early Access, come spiegato anche nella nostra pagina di Steam, questo è il prezzo minore per avere poi, fra qualche settimana, il gioco completo. Vogliamo che All-Star Fruit Racing sia giocato da più persone possibili, non abbiamo fatto un ragionamento di rialzo sul prezzo pur non potendo, per ovvie ragioni, sminuirlo troppo visto tutto il lavoro che ha coinvolto per 2 anni una società.

  • Che tipo di target avete in mente per il vostro gioco? Famiglie, giocatori occasionali alla ricerca di divertimento, o mirate magari alla scena competitiva? Considerate All-Star Fruit Racing un prodotto stratificato? 

È una domanda molto interessante che ci siamo fatti anche noi, più volte, internamente. In realtà non è ancora definito, secondo me, il pubblico di All-Star Fruit Racing… o meglio, può piacere davvero a tutti: al giocatore assiduo che vede in AFR un gioco altamente competitivo, al giocatore saltuario che vuole passare una mezz’ora (o più) di relax e divertimento. Non escludiamo a priori nessuno: secondo noi anche le famiglie possono trovare in All-Star Fruit Racing un gioco “sano” per divertirsi insieme. 

  • Al momento il gioco è in early access, anche se sembra già di per sé un prodotto più che completo. Quale sarà il supporto post lancio? Avete in mente altre novità? Possiamo ad esempio sperare nel lancio su altre piattaforme? Su console, Nintendo Switch compresa, un gioco del genere non sfigurerebbe affatto!

Abbiamo scelto di uscire in Early Access su Steam per una serie di ragioni, la più importante è sicuramente per avere un feedback dalla community. Come si può vedere dai nostri profili Social ma anche dalla pagina di Steam di All-Star Fruit Racing ci piace molto parlare con gli utenti, rispondere alle loro domande, capire cosa c’è che non va e migliorare All-Star Fruit Racing. Per quanto riguarda le attività di post-lancio abbiamo un piano di comunicazione a riguardo. Ci saranno aggiornamenti, DLC… insomma le idee su AFR non mancano di certo! Per quanto riguarda le console, All-Star Fruit Racing uscirà a inizio anno su PS4 e Xbox One. Nintendo Switch è una console a cui non avevamo pensato ma le richieste stanno aumentando sempre più… Ci penseremo!