Nintendo Switch: è davvero questo il futuro del gaming? (anteprima)

Lorenzo Delli - Lo showcase di Nintendo Switch a Milano ci ha offerto l'opportunità di provare con mano la nuova e particolare console ibrida di Nintendo. E dobbiamo ammettere di essere rimasti piacevolmente impressionati!

Anteprima Nintendo Switch – Hardware scadente, line-up deludente, copia mal riuscita di NVIDIA Shield Tablet: se ne sente dire di tutti i colori su Nintendo Switch, e bisogna ammettere che qualche dubbio a riguardo c’è. Prendiamo ad esempio la line-up, che conta sì titoli di qualità quali The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Splatoon 2 e Super Mario Odyssey, ma che ci metterà qualche mese a carburare. O il comparto hardware, di cui ancora non si conoscono dettagli quali ad esempio il modello di processore prodotto da NVIDIA o il quantitativo di RAM.

Dell’hardware però poco dovrebbe importare al giocatore, e vi assicuriamo che definire Nintendo Switch come una sorta di tablet è tutt’altro che corretto. Nintendo Switch non gioca a fare la macchina multimediale, Nintendo Switch è una macchina per videogiocare, un dispositivo poliedrico che può contare su più configurazioni e che cerca quindi di accontentare un vasto pubblico.

LEGGI ANCHE: Come provare Nintendo Switch in Italia

E probabilmente ci riuscirà: siamo rimasti piacevolmente stupiti da alcune delle caratteristiche della console durante la nostra prova a Milano, che ci ha permesso di testare più configurazioni e alcuni dei più importanti giochi in arrivo nelle prossime settimane.

Video Anteprima Nintendo Switch

Procediamo quindi per gradi e vediamo di analizzare alcuni dei punti fondamentali di Nintendo Switch emersi in questa occasione, per poi trarre qualche conclusione in attesa del lancio ufficiale. Ecco un filmato relativo alla nostra prova allo showcase di Milano dove riassumiamo i concetti espressi nei seguenti paragrafi. Buona visione!

La grande incognita: lo schermo

Una delle cose che ci ha frenato maggiormente sin dall’evento di gennaio è lo schermo di Nintendo Switch: 6,2 pollici 720p, risoluzione quindi pari a 1.280 x 720 pixel. Sembra davvero poco considerato che alcuni smartphone da 5 pollici vantano schermi QHD (1.440 x 2.560). Fortunatamente lo schermo presente su Nintendo Switch è di ottima qualità. Buona la luminosità e la resa cromatica e, soprattutto, buona la definizione nonostante i limiti tecnici imposti dal pannello utilizzato. È quasi impossibile notare i pixel, e ciò è un bene. Promosso quindi, ma con riserva: preferiamo provarlo più approfonditamente, e magari anche all’esterno (vista la natura portatile della console), prima di dare un giudizio definitivo.

anteprima-nintendo-switch-10
Anteprima Nintendo Switch – Lo schermo, fortunatamente, è meglio del previsto. Anzi, a dirla tutta è piuttosto sorprendente, almeno al chiuso.

Modalità “tablet” e Dock

La modalità tablet, ovvero quella che ci permette di giocare con i Joy-Con inseriti di lato, fa un certo effetto. Giocare a titoli piuttosto complessi come Splatoon 2, Mario Kart 8 o il nuovo The Legend of Zelda su una macchina portatile è un po’ il sogno nel cassetto di tutti i videogiocatori. La cosa che però ci lascia un po’ perplessi è l’eventuale affaticamento dovuto a sessioni di gioco prolungate. Il corpo tablet con i Joy-Con inseriti pesa quasi 400 grammi (398 g per la precisione), e ovviamente è lo stesso tablet ad essere responsabile della maggior parte del peso. Il problema quindi è da ricercarsi nel bilanciamento complessivo, che potrebbe appunto portare il giocatore a stancarsi facilmente e a passare ad altre configurazioni. Non per niente Nintendo ha dotato la sua nuova console di un kick stand che lo mantiene in posizione eretta su un piano orizzontale. Forse è per questo che Nintendo preferisce definire Switch come console domestica più che portatile, perché per via del peso (e delle dimensioni) non avrà mai la stessa comodità di un Nintendo 3DS. Rimane il fatto che avere a disposizione tali titoli in mobilità è un enorme punto di forza che nessun altro può vantare.

anteprima-nintendo-switch-17
Anteprima Nintendo Switch – Il corpo console con i Joy-Con inseriti pesa quasi 400 grammi, alla lunga potrebbe stancare e obbligare all’utilizzo del kick stand.

Alla postazione dedicata a The Legend of Zelda: Breath of the Wild abbiamo anche avuto l’opportunità di testare il passaggio da dock a configurazione tablet e viceversa. In realtà non si tratta di niente di innovativo, visto che una cosa del genere si può ad esempio ottenere con NVIDIA Shield Tablet o con altri dispositivi anche di qualche anno fa. C’è comunque un certo effetto “wow“, e bisogna ammettere che almeno da dock a configurazione portatile il passaggio è praticamente immediato. Il contrario, ovvero quando si ripone la console nella dock, impiega qualche secondo in più, ma assolutamente niente di proibitivo.

Joy-Con e Joy-Con Grip

I Joy-Con sono i fiori all’occhiello della console. Li abbiamo testati approfonditamente con una sessione di gioco ad Arms, il promettente picchiaduro realizzato appositamente per Switch. Leggerissimi (se la scheda tecnica non mente circa 50 grammi a controller), impugnatura comoda e soprattutto utilizzo intuitivo. È come avere un classico controller spezzato in due parti che all’occorrenza si trasforma in un più classico controller grazie al Joy-Con Grip. Siamo riusciti a provare anche il Grip, ma il sistema antifurto lo rendeva più pesante (e sbilanciato del previsto). Siamo piuttosto sicuri che senza la misura di sicurezza anche il Grip possa fornire prestazioni più che godibili anche ai giocatori più esigenti.

anteprima-nintendo-switch-29
Anteprima Nintendo Switch – Aspettate ad ordinare il Pro Controller: il Joy-Con Grip non è affatto male!

Approfittiamo per spendere qualche parola anche sul Pro Controller, che viene venduto a ben 69,90€. È ovviamente ottimo: estremamente comodo, grazie anche alle estremità gommate che aumentano il grip, particolarmente leggero ed è buono anche il feedback dei tasti. Vi consigliamo comunque di aspettare a prenotarlo: provate prima con mano il Grip, potrebbe sorprendervi (in senso positivo ovviamente).

I giochi

Come anticipato abbiamo testato Nintendo Switch con ARMS, titolo che però non sarà disponibile al lancio. La versione da noi testata sembrava completa in tutto e per tutto e bisogna ammettere che, specialmente in due giocatori, è davvero divertente. I Joy-Con seguono (quasi) alla perfezione i movimenti delle vostre braccia e le variabili sono più del previsto. Oltre ai vari personaggi selezionabili, il giocatore deve anche scegliere che tipo di “armi” portare con sé sul campo di battaglia. Ci sono pugni che scagliano razzi, altri che lanciano boomerang, o i più classici guantoni a molla che abbiamo visto nei vari filmati di gioco pubblicati finora. Pugni laterali, salti, prese, mosse speciali: di cose da fare sul campo di battaglia ce ne sono!

anteprima-nintendo-switch-5
Anteprima Nintendo Switch – Breath of the Wild ha uno stile grafico davvero unico, ma su grande schermo si potrebbe notare qualche difetto qua e là.

Non potevamo poi non dedicare qualche minuto al nuovo The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Per il momento vi possiamo dire che si tratta di un gioco di ruolo che potrebbe intrattenervi tranquillamente anche per un centinaio di ore. Il mondo di gioco sin dai primi minuti sembra incredibilmente vasto, e cose da scoprire non mancano sicuramente. Breath of the Wild ha uno stile grafico inconfondibile, che almeno da un punto di vista artistico ha davvero tanto da dire. C’è però da dire che su grande schermo, con il passaggio quindi dai 720p ai 1080p (in realtà dovrebbe girare a 900p), qualche difetto si nota. Ma se la qualità della storia e il gameplay sono ad alti livelli, qualche eventuale problema grafico si può perdonare con estrema facilità.

Splatoon 2 e Mario Kart 8 Deluxe erano formule di successo già testate su Nintendo Wii U, ma giocarle in mobilità le rende ancora più potenti. Abbiamo poi provato rapidamente la versione Switch di Skylanders Imaginators, il promettente gioco di corse Fast RMX e abbiamo dato un’occhiata anche a 1-2 Switch. I bambini presenti lo trovavano piuttosto divertente, ma si tratta di mini-giochi che, almeno secondo la nostra opinione, in certi casi risultano piuttosto imbarazzanti. Venderlo separatamente a quasi 50€ non è propriamente una mossa saggia. In definitiva i titoli ci sono, ma non ci troviamo d’accordo con il volerli rilasciare a distanza di svariate settimane gli uni dagli altri per mantenere alta l’attenzione.

In conclusione

Nintendo Switch è un prodotto davvero affascinante. Rimangono tante incognite da valutare, come ad esempio l’autonomia, le prestazioni dello schermo all’aperto, o la stessa line-up così promettente ma anche così “rateizzata“, ma almeno da quanto siamo riusciti a testare Nintendo sembra davvero aver fatto centro. Il colosso nipponico preferisce definirla console domestica, ma la realtà dei fatti è che Nintendo Switch è davvero un dispositivo poliedrico che sa adattarsi in tantissimi modi alle varie situazioni in cui possiamo trovarci. Appuntamento a marzo quindi, ma per il momento vi basti sapere che Nintendo Switch potrebbe davvero rivoluzionare il mercato dell’intrattenimento.

Anteprima Nintendo Switch – Foto