Sonic Forces: ma quanto è figo il riccio blu di Sega? (anteprima)

Giorgio Palmieri

Anteprima Sonic Forces – I capitoli di Sonic in tre dimensioni non hanno mai goduto di ottima fama, a parte qualche caso sporadico. Eppure, nella passata generazione, coloro i quali erano capaci di scendere a compromessi con alcune trovate opinabili, si sono trovati dinanzi a episodi gradevoli del riccio blu più veloce di sempre: giusto per citare un paio di esempi, Unleashed cercava di implementare fasi d’azione all’interno del tipico e rapido gameplay di Sonic, mentre Lost World introduceva mondi sferici sui quali sperimentare una dinamica di gioco unica, basata anche sul parkour. Come dimenticare poi Generations, l’incarnazione che inglobava al suo interno il classico e il moderno contemporaneamente, in un gustoso binomio, senz’altro tra i migliori della saga.

Questo nuovissimo Sonic Forces non fa altro che caricarsi sulla schiena tutte le peculiarità viste nei vari capitoli della mascotte Sega, proponendoci un’avventura varia e multiforme, alla faccia degli scettici (parliamo di voi, cari, ciechi sostenitori dell’idraulico).

LEGGI ANCHE: 8 cose da sapere su Sonic Forces

Già dalla prova centellinata durante la fiera di Milan Games Week, si evince l’ambizione della produzione, la quale si presenta in una veste sgargiante.

Il nuovo motore grafico adottato, il cosiddetto Hedgehog 2 Engine, spinge finalmente l’impatto visivo al massimo, con una fluidità costante e spettacolare, dei colori accesi e brillanti, e una mole poligonale davvero interessante, che ci ha lasciato a bocca aperta per almeno un paio di occasioni.

I controlli poi sono ottimi, in tutti i livelli affrontati: il primo dei quattro disponibili verteva sul Sonic Moderno, velocissimo e incentrato sui riflessi, dove la telecamera si divertiva ad offrire spunti diversi e angolazioni differenti.

Il secondo invece faceva assumere i panni dell’Eroe, una modalità nella quale sarà possibile creare un personaggio personalizzato, per poi utilizzarlo in missioni costruite su misura. Qui le meccaniche si trasformano e simulano quelle di un titolo di piattaforme improntato sull’azione, visto che il nostro beniamino dispone di un’arma speciale con cui stanare i nemici. L’ultimo livello passato sotto il nostro torchio consentiva di testare la Fase Squadra, il filone ispirato a Sonic Heroes, nel quale si poteva controllare sia Sonic che l’Eroe, combinando le loro abilità per terminare lo stage.

Senza mezzi termini, quindi, Sonic Forces è di sicuro tra i titoli più belli proposti al Milan Games Week. Veloce, dinamico, fresco in un certo senso, e fedele all’identità di un’icona del videogioco che, finalmente, sta per ritornare nuovamente in auge, dopo un Sonic Mania stupefacente, specie per i nostalgici. Speriamo solo che tutto vada come previsto: l’appuntamento è per il 7 novembre su PS4, Xbox One, PC e Nintendo Switch. Per ulteriori informazioni, date un’occhiata al nostro speciale.

Anteprima Sonic Forces – Video