South Park: Scontri Di-retti è il degno seguito de Il Bastone della Verità? (anteprima)

Lorenzo Delli

Anteprima South Park: Scontri Di-retti – Alla Games Week di Milano non abbiamo avuto modo di provare “soloFar Cry 5 e Assassin’s Creed Origins. C’è stato spazio anche per un titolo ben più scanzonato, ispirata alla serie di animazione creata e doppiata da Matt Stone e Trey Parker. Stiamo parlando di South Park: Scontri Di-retti (The Fractured but Whole), seguito de Il Bastone della Verità sviluppato stavolta interamente da Ubisoft (e non quindi da Obsidian Entertainment).

Il primo capitolo venne pubblicato da Ubisoft, pensate un po’, dopo che il publisher francese si era aggiudicata i diritti della serie South Park nell’asta di THQ a seguito della banca rotta. A quanto pare Ubisoft si è ulteriormente convinta della potenzialità della serie animata applicata all’universo videoludico tanto da realizzare un degno seguito, sempre in collaborazione con South Park Digital Studios, che va a sfruttare un altro dei momenti di gioco dei protagonisti: quello dei supereroi. Procione, Mysterion, Aquilon Man, Brico Boy e Professor Chaos vi dicono nulla? Allora continuate con la lettura!

LEGGI ANCHE: Anteprima Far Cry 5 | Anteprima Assassin’s Creed Origins

South Park: Scontri Di-retti si riallaccia nel suo prologo agli eventi visti nel capitolo precedente. Ci troviamo quindi con il nostro personaggio nel bel mezzo di una sessione di giocofantasy” che ci vede, nei panni del Re, dominare sui nemici a suon di calci, pugni e flatulenze. Sì, flatulenze: la prima cosa che abbiamo fatto impugnato il controller è stata proprio quella, quasi per errore visto che durante le fasi di esplorazione uno dei pulsanti dorsali è adibito proprio al rilascio di peti. Ed è proprio dal prologo che Scontri Di-retti fa capire al giocatore come i combattimenti siano divenuti ancora più tattici, aggiungendo ancora più dinamicità grazie alla gestione del movimento e a dei QTE di vario genere per potenziare abilità specifiche dei personaggi. In verità i QTE erano presenti anche ne Il Bastone della Verità, ma in questo caso sono gestiti in modo un po’ diverso.

Le fasi di combattimento di questo capitolo sono arricchite dalla gestione del movimento.

Il campo di battaglia dei combattimenti, che anche in questo caso rimangono a turni, si colora quindi di caselle che ci permettono di capire dove il nostro personaggio si può muovere e quali caselle saranno influenzate dall’utilizzo di una determinata abilità. Niente di nuovo nel campo dei giochi di ruolo a turni si intende, ma la formula funziona alla perfezione e almeno da quanto abbiamo testato finora sembra divertire di più di quella presente nel precedente capitolo.

LEGGI ANCHE: Siete bravi a tirare peti? Bene, allora Ubisoft cerca proprio voi!

Il tutto è immerso in un comparto grafico che ricalca alla perfezione l’universo di South Park, fondendo tridimensionalità (ci si può muovere di fatto in 3 dimensioni) con la bidimensionalità che caratterizza lo stile della serie. Sembra più che mai di proiettarsi dentro un episodio, grazie anche al doppiaggio originale (ci sarà anche il doppiaggio italiano) e alle solite battute irriverenti che di solito li caratterizzano. A questo punto rimane da valutare come si evolverà la storia, che come accennato ci proietta stavolta nel mondo dei supereroi, con Cartman nei panni del Procione ad introdurci in questo particolare universo, e tanti altri personaggi visti negli episodi della serie dedicati appunto al super-mondo dei giochi dei protagonisti.

Da quello che abbiamo visto sembra comunque che Ubisoft abbia svolto un ottimo lavoro, e non vediamo l’ora di testare con mano il prodotto finale il cui lancio è previsto per il 17 ottobre prossimo. Se volete dare un’occhiata ai primi minuti di gioco di seguito trovate un filmato di circa 20 minuti. Buona visione!