Ataribox cambia nome: ora si chiama “Atari VCS” e sarà in pre-ordine a partire da aprile

Vezio Ceniccola

È una storia abbastanza travagliata quella di “Atari VCS“, nuovo nome del dispositivo sinora conosciuto come Ataribox. Per chi si fosse perso le puntate precedenti, stiamo parlando di una nuova mini-console che, sull’onda delle versioni Classic Mini di Nintendo, punta a rinverdire i fasti del leggendario marchio Atari.

Oltre a far girare i vecchi titoli sviluppati per le vecchie console Atari degli anni 70 e 80, la nuova mini-console dovrebbe garantire l’esecuzione anche di giochi moderni, grazie ad un hardware sviluppato da AMD e un sistema operativo a base Linux. Per adesso, però, mancano ancora dettagli in merito, dunque non sappiamo quali e quanti videogame saranno giocabili su questa piattaforma.

LEGGI ANCHE: Atari Speakerhat

Ancora meno chiare le idee per quanto riguarda la commercializzazione e il prezzo. Sebbene i primi pre-ordini siano partiti già lo scorso dicembre, l’azienda ha bloccato le vendite e, a quanto pare, potrebbe riaprirle solo ad aprile. Questo ritardo è dovuto alla volontà di ottimizzare al meglio la piattaforma, per offrire un’esperienza di gioco di alto livello in tutto l’ecosistema.

I ben informati dicono che il possibile prezzo della nuova Atari VCS dovrebbe stare tra 250$ e 300$, ma anche su questo punto le certezze sono ben poche.

Via: The Verge