Battlefield 2042 rimandato di un mese, ma forse è meglio così

Meglio aspettare qualche giorno in più e avere per le mani un prodotto completo, no?
Battlefield 2042 rimandato di un mese, ma forse è meglio così
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Se c'è qualcosa che Cyberpunk 2077 dovrebbe aver insegnato all'industria videoludica, è che certe volte è meglio indispettire giocatori (e azionisti) e rimandare un gioco invece di uscire sul mercato con un prodotto potenzialmente insoddisfacente.

È forse con in mente anche il gioco di casa CD Projekt che EA e le varie case di sviluppo coinvolte hanno optato per rimandare Battlefield 2042 di un mese. La nuova data di uscita prevista è quella del 19 novembre 2021, a un paio di settimane di distanza dall'uscita di Call of Duty Vanguard.

DICE, Criterion, Ripple Effect e EA citano le difficoltà di sviluppo dovute alla pandemia e alle restrizioni, che hanno di fatto obbligato i team a lavorare da remoto per lungo tempo. E non fatichiamo certo a crederlo, visto anche che Battlefield 2042 è un gioco sulla carta incredibilmente ambizioso.

EA rassicura comunque i giocatori confermando che a breve ci saranno notizie relative alla open beta e ringraziandoli allo stesso tempo per tutto l'entusiasmo trasmesso sin dal primo trailer di presentazione.

Commenta