Black Mesa, il “remake” di Half-Life ha finalmente una data di lancio ufficiale dopo 15 anni di sviluppo

Giovanni Bortolan

Per i più ferrati sull’argomento Half-Life, il nome Black Mesa non suonerà di certo nuovo. Si tratta del porting da parte dei fan del famosissimo videogioco di casa Valve in quello che allora (circa 2006) era il nuovo motore grafico, sulla quale poi Valve ha sviluppato Half-Life 2. Finalmente dopo anni di sviluppo e (pochi) aggiornamenti, il team Crowbar Collective ha limato gli ultimi dettagli in vista del rilascio ufficiale di quello che potremmo definire un “Half-Life Remake” a tutti gli effetti.

La prima versione giocabile di Black Mesa, in beta, risale al 2015. Si trattava ovviamente di un prodotto piuttosto raffazzonato, con molte parti del gioco originale mancanti. Un percorso quindi estremamente travagliato, durato quasi 15 anni, nel quale non sono mancate difficoltà economiche e di gestione del gruppo, ma che vede finalmente una sua conclusione.

LEGGI ANCHE: Non inviate meme, siate voi stessi meme!

L’intenzione di Crowbar Collective spiega Adam Engels (leader del progetto), è quella di fornire degli aggiornamenti correttivi al gioco anche dopo il lancio della versione 1.0, prevista per il 5 marzo 2020, ma allo stesso tempo dichiara che “il gioco non sarà mai perfetto”. Se volete riprendere in mano il capolavoro di Valve (o non ci avete mai giocato) vi ricordo che tutti i capitoli sono disponibili al download gratuito su Steam ancora per pochi giorni.

Via: EngadgetFonte: Steam