Call of Duty abbandona la modalità Battle Royale per tornare al multiplayer tradizionale

Lorenzo Delli

Call of Duty: Black Ops 4, il capitolo dell’anno scorso, ha indubbiamente cercato di cavalcare la moda del momento proponendo la sua versione della celebre modalità Battle Royale. Non se ne avrà a male Activision se affermiamo che lo ha fatto snaturando un po’ la natura della serie, e siamo sicuri che non se ne avrà male perché la stessa Activision quest’anno ha fatto letteralmente marcia indietro.

Il trailer incentrato sul multigiocatore del nuovo Call of Duty: Modern Warfare è sotto gli occhi di tutti. La serie sembra essere tornata alle origini, con un occhio di riguardo appunto a quello che era il comparto multigiocatore dei primi Modern Warfare. Le novità non mancano, a partire dalla modalità che vedrà in campo ben 100 giocatori, ma siamo sicuri che non si tratti di un altro Battle Royale?

IGN in questi giorni ha avuto modo di parlare con Joe Cecot, il multiplayer design director del nuovo Modern Warfare, il quale ha confermato che quest’anno, almeno inizialmente, non ci sarà nessuna modalità Battle Royale. Il team di sviluppo si è concentrato sull’autenticità, sul realismo delle armi, sull’offrire un’esperienza di gioco diversa, più matura. Anche la modalità a 100 giocatori non dovrebbe coinvolgere le regole che di solito si ritrovano in titoli quali Fortnite o PUBG visto che, a detta dello stesso Cecot, il Battle Royale non è nei piani per questo 2019.

Per il momento i giornalisti presenti all’evento statunitense hanno avuto modo di provare la modalità 20 vs. 20, ma su quella appunto per 100 giocatori, che ha richiesto a quanto pare un notevole sforzo di ingegnerizzazione, al momento i dettagli scarseggiano. Che ne pensate di questo ritorno alle origini? Farà bene alla serie o pensate che a questo punto l’attenzione si sia spostata altrove?