Call of Duty: Black Ops Cold War, multiplayer in azione su PS5, ci sarà anche la open beta (prima su PlayStation)

Lorenzo Delli

Call of Duty: Black Ops Cold War ha finalmente mostrato anche il suo lato multiplayer. Per quanto le campagne di Call of Duty ogni anno mirino a sorprendere ed intrattenere, riuscendoci la maggior parte delle volte, è proprio il comparto online che attira la stragrande maggioranza dell’utenza.

Se quindi finora avevamo visto la storia (che si propone come seguito del primissimo Black Ops), stavolta ci diamo dentro con le mappe online e con alcune dinamiche di gioco che le caratterizzeranno. Prima di procedere godiamoci il filmato di circa 3 minuti pubblicato da Activision che ci mostra in azione la versione PS5 del gioco:

Quest’anno lo sviluppatore Treyarch ha puntato su una progettazione delle mappe che rispecchiasse l’epoca e il contesto da Guerra Fredda. Si tratta quindi di “Operazioni Segrete” che cercano di coniugare ambientazioni realistiche e storiche con uno stile grafico in grado di immergerci nel particolare contesto storico.

Il multigiocatore metterà in campo gli operatori di tutto il mondo nel deserto angolano (mappa Satellite), nei laghi ghiacciati dell’Uzbekistan (Crossroads), passando per le strade di South Beach (Miami) e le gelide acque dell’Atlantico settentrionale (Armada) fino ad arrivare all’Unione Sovietica (Moscow).

Tra le mappe presenti:

  • ARMADA – In questa mappa basata sull’Operazione Azorian, le forze sovietiche e statunitensi arrivano nel mezzo dell’Oceano Atlantico settentrionale in cerca del prototipo di un sottomarino nucleare. Gli equilibri della Guerra Fredda potrebbero spostarsi in favore di chi ritroverà il sottomarino. Spostati di nave in nave o utilizza le imbarcazioni d’assalto per ribaltare le sorti dello scontro.
  • INCROCI – Nel cuore dell’Uzbekistan, su un’importante strada per l’Afghanistan, le forze della NATO si mobilitano per tendere un’imboscata a un grosso convoglio sovietico che include ICBM. In un desolato territorio sovietico ghiacciato, una squadra dell’MI6 è pronta ad affrontare la Spetsnaz per recuperare le informazioni segrete sul convoglio e le risorse necessarie a svolgere future operazioni. Usa i carri armati per far saltare le postazioni nemiche o le motoslitte per aggirare il nemico e infrangere il suo fronte.
  • MIAMI – Forze DGI assoldate da Perseus tendono un’imboscata a un trasporto prigionieri alla celebre South Beach di Miami con l’obiettivo di liberare un loro alleato. Con il favore della notte, tra la vivace architettura art déco e luci al neon, le forze speciali della CIA entrano in azione per eliminare le forze DGI residue e trovare degli indizi sulla posizione di Perseus.
  • MOSCOW – Nel cuore dell’Unione Sovietica, una squadra Spetsnaz viene inviata a mettere in sicurezza un rifugio compromesso della CIA, catturare gli agenti della CIA rimasti e ottenere altre informazioni sui piani futuri della NATO. I primi rapporti indicano che l’area è diventata il teatro di uno scontro sfociato nelle strade, a cui si aggiunge una seconda squadra CIA-JSOC di rinforzo.
  • SATELLITE – Nel cuore del deserto dell’Angola, in Africa centrale, un satellite spia americano noto come KH-9 è stato fatto schiantare, forse da Perseus. Truppe DGI assoldate stanno cercando le informazioni al suo interno, mentre le squadre MI6 della NATO sono state inviate sul posto per metterlo in sicurezza ed eliminare gli operatori DGI.

E queste 5 mappe sono solo un assaggio di quelle che saranno effettivamente disponibili al lancio. A tal proposito, Activision ha organizzato una Open Beta caratterizzata però da un accesso anticipato dedicato ai giocatori PlayStation. Ecco le date ufficiali:

Per chi volesse approfondire, Activision ha pubblicato un lunghissimo post sul suo blog ufficiale veramente ricco di dettagli. Ecco anche un po’ di immagini di gioco.A