Cosa aspettarsi dall’evento PS5 di mercoledì sera

Lorenzo Delli

Mercoledì 16 settembre alle 22:00 ora italiana i riflettori sono puntati su PS5. Sony PlayStation ha infatti fissato un evento di presentazione per la sua console next-gen, una mossa ovvia, dopo che Microsoft ha svelato tutto ciò che rimaneva da annunciare sull’ecosistema Xbox. Non è stato detto esplicitamente, ma tutti si aspettano che Sony annunci il prezzo e la data di commercializzazione della sua console. Facciamo quindi un riassunto delle ultime voci di corridoio in modo da capire cosa aspettarsi da questo evento.

La data di uscita

Vari indizi puntavano alla data del 20 novembre 2020. Xbox Series X e Xbox Series S usciranno però sul mercato il 10 novembre. Se da una parte è difficile che un’azienda cambi programma per via delle mosse di un diretto competitor, stavolta Sony potrebbe farci seriamente un pensierino. Se in molti hanno messo via un gruzzoletto per accaparrarsi una console next-gen, anche un anticipo di ben 10 giorni potrebbe convincere qualche utente più dubbioso a rivolgersi a Microsoft. Mai sottovalutare la scimmia da acquisto! Per giocare ad armi pari quindi, Sony potrebbe decidere di lanciare la sua console proprio il 10 novembre (o comunque in un intorno molto, molto ristretto). Indicativamente aspettiamocela comunque tra il 10 e il 20 novembre.

Il prezzo (anzi, i prezzi)

399€ e 499€: questi sono i prezzi che si vociferano oramai da mesi rispettivamente per la versione digitale e per quella con lettore Blu-ray 4K di PlayStation 5. Un rivenditore spagnolo giusto ieri lo avrebbe “indirettamente” confermato.

Xbox Series S però, con i suoi 299€ di prezzo di lancio, ha dato un discreto scossone ai possibili equilibri di mercato. C’è da dire però che una Xbox Series S vanta prestazioni inferiori rispetto ad una PS5 all-digital. Ma in ogni caso proprio questo prezzo simbolico (299€) potrebbe, un po’ come per la data di lancio, far sì che Sony riveda i suoi piani. In ogni caso PS5 (così come le console di Microsoft) saranno vendute in perdita. C’è chi, come l’insider Dusk Golem, sostiene che per produrre una PS5 servano circa 600$. E questo senza considerare i costi di commercializzazione, la pubblicità e tutte le altre spese.

Quindi? Diciamo che 399€ e 499€ continuano ad essere i più probabili, anche se c’è una (minima) probabilità che Sony sganci la bomba abbassando di 50€ entrambi i prezzi. Non sperateci troppo però. L’insider Tidux spera in parte in questa riduzione di costo, ma solo per la versione con lettore.

E i giochi?

Difficile che l’evento messo su da PlayStation non preveda qualche clip di gioco. Tra i protagonisti ci sarà sicuramente Marvel’s Spider-Man Miles Morales, uno dei titoli di lancio della console. Poi, chi si diverte ad attaccare l’ecosistema PlayStation critica il fatto che Miles Morales non è altro che un’espansione del primo Spider-Man, un mezzuccio per spillare soldi ai giocatori. Ovviamente non lo abbiamo provato con mano, ma a difesa del lavoro di Insomniac Games possiamo dire che la struttura di questa  volgarmente chiamata “espansione” è la stessa di Uncharted: L’eredità perduta. Inoltre il gioco sfrutterà i vari vantaggi tecnici offerti da PS5 e offrirà comunque un open world in cui girare liberamente anche al di fuori del contesto storico.

Il nuovo Spider-Man non sarà comunque da solo. Una delle ultimissime voci di corridoio citano niente meno che Final Fantasy 16. Pare infatti che il nuovo ed inedito capitolo della fantasia finale di casa Square Enix dovesse essere presente già all’evento di giugno, ma causa COVID e lavoro in remoto il tutto fosse slittato per mancanza di materiale convincente. Non sarebbe così improbabile, visto che fra Square Enix e Sony ci sono già accordi piuttosto importanti come quello relativo a Final Fantasy VII Remake.

Anche tra Activision e Sony scorre buon sangue. La beta di Call of Duty: Black Ops Cold War sarà giocabile in anticipo su PlayStation 4, ed è possibile che il gioco venga mostrato in azione in una clip inedita. C’è anche la (remota?) possibilità che anche Ratchet & Clank: Rift Apart venga confermato come titolo di lancio di PlayStation 5. Sarebbe un’incredibile doppietta per Insomniac Games! Infine anche Resident Evil 8 potrebbe mostrarsi in un nuovo trailer giusto per stuzzicare le papille gustative dei fan della saga horror (o in generale dei survival horror).

Project Nimble

Cosa diavolo è Project Nimble? Ci piacerebbe saperlo anche a noi. Sta di fatto che nell’url relativo all’immagine dell’evento di mercoledì (questo url qui) compare proprio la dicitura Project Nimble. La traduzione del termine “nimble” è agile, veloce, leggero, e potrebbe di conseguenza essere un riferimento alla velocità di PS5 dettata dall’utilizzo dell’SSD e di altre accortezze hardware. Un nome interno insomma per definire sia PS5 che gli eventi che ruotano attorno a lei. C’è però chi sospetta che possa essere un inedito asso nella manica di casa Sony.

In conclusione

Approfittiamo dell’articolo per esprimere la nostra solidarietà nei confronti di Microsoft. Sì, proprio di Microsoft: i dettagli su Xbox Series S e il prezzo e la data di uscita di Xbox Series X sono stati annunciati per via di un leak, e non per una vera e propria intenzione di Microsoft. Da quanto siamo riusciti a capire, il colosso di Redmond aveva in mente un bell’evento per annunciare le ultime novità sull’ecosistema Xbox, e vedere rovinata un’esperienza del genere per colpa di un leak sminuisce il lavoro di tutte le persone che in questi ultimi mesi stanno dando tutto per un lancio così importante. Detto questo, Sony ha l’opportunità di confezionare un bell’evento digitale in cui annunciare in pompa magna tutto ciò che rimane da sapere su PlayStation 5. Ed è quindi un vero peccato che le due società non abbiano potuto giocare ad armi pari.