Crusader Kings III su PS5 e Xbox Series X è un piccolo miracolo, forse non necessario

Avevamo bisogno di una versione console per Crusader Kings III?
Crusader Kings III su PS5 e Xbox Series X è un piccolo miracolo, forse non necessario
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Quando ho letto per la prima volta la notizia che Crusader Kings III sarebbe arrivato su console, precisamente PS5 e Xbox Series X|S, sono rimasto a bocca aperta. Come avrebbe girato un gioco così complesso e ramificato sulle console next-gen? E soprattutto, come sarebbe stato possibile giocarci con un controller? Domande più che legittime, visto che si tratta di uno dei giochi strategici più impressionanti della storia, sia a livello di giocabilità che di profondità narrativa.

Ebbene, dopo qualche ora di prova su Xbox Series X, ho finalmente una risposta ai miei dubbi. Crusader Kings III gira bene e si controlla bene su console, molto più di quanto avrei pensato. In sostanza, funziona, e già questo è un piccolo miracolo per un gioco del genere. Ripeto: parliamo di uno strategico in tempo reale, qualcosa che si vede molto raramente su console.

La vera domanda, però, è un'altra: avevamo davvero bisogno di una versione console di Crusader Kings III? Questo è il dubbio che è nato e cresciuto dentro di me durante le ore di gioco su Xbox, ore costellate da non pochi grattacapi, soprattutto per la macchinosità di ogni operazione.

Controlli

Il sistema di controllo di Crusader Kings III su console è molto furbo, devo ammetterlo. Sarebbe complicato spiegare ogni possibile interazione, quindi mi limiterò a dire che ci sono due tipi di input: quelli in prima funzione, tramite i tasti e le levette, e quelli in seconda funzione, grazie all'uso del puntatore – attivabile tenendo premuta la levetta analogica sinistra – che funziona come una sorta di mouse.

L'interfaccia è molto diversa rispetto a quella su PC. Ci sono due grosse barre in alto e in basso, che mostrano risorse e altre informazioni utili, più una sezione laterale dedicata alle notifiche, che si apre all'occorrenza. Molti menu di selezione sono in formato radiale e in quasi tutti i menu ci si muove comodamente tramite i tab in alto. Con la levetta destra si passa da una finestra all'altra, con quella attiva che ha i bordi colorati mentre quelle in secondo piano sono leggermente oscurate.

In questo modo, soprattutto grazie al puntatore, è possibile aggirare alcuni limiti del controller. Col puntatore si può spulciare qualsiasi elemento dell'interfaccia e si possono evidenziare alcune parole all'interno dei box di testo e leggere la descrizione, cosa utilissima per apprendere le tantissime informazioni contenute in Crusader Kings III.

Avendo giocato per centinaia di ore alla versione PC, ho apprezzato molto il lavoro di conversione che Paradox è riuscita a fare per la controparte console, ma per me rimane chiaro un concetto: usare il controller è scomodo, o comunque molto più scomodo del mouse. Il sistema di controllo con il gamepad funziona, dopo un po' d'abitudine è anche abbastanza veloce, ma non è minimamente paragonabile alla naturalezza con il quale si comanda l'interfaccia di Crusader Kings III su PC. E no, collegare mouse e tastiera alla Xbox non farà accadere la magia, perché non sono supportati.

Guerra con AI

Una delle maggiori differenze tra versione PC e versione console – interfaccia a parte – riguarda la gestione della guerra, elemento fondamentale di Crusader Kings III. Anche su Xbox Series X|S e PS5 è possibile manovrare in maniera completamente manuale le proprie truppe, come si fa su PC, ma c'è anche la facoltà di attivare il controllo automatico e lasciar fare tutto all'intelligenza artificiale.

Ho provato a fare qualche battaglia con l'AI e devo dire che i risultati sono più che positivi. Il controllo automatico riesce a gestire bene il posizionamento degli eserciti e prova ad ingaggiare battaglia quanto è il momento adatto. Inoltre, dal pannello delle impostazioni AI si possono regolare vari parametri, in modo da non lasciare troppa libertà d'azione e gestire meglio le fasi di guerra.

Prestazioni

Per le prestazioni ci sono buone notizie. Crusader Kings III su Xbox Series X gira molto bene, è sempre abbastanza fluido e bello da vedere. Non ho notato problemi di sorta, se non qualche scatto quando si effettuano zoom troppo veloci sulla mappa o quando ci sono tante unità sullo schermo. La giocabilità è molto buona nella maggior parte delle circostanze, quindi potete stare tranquilli su questo punto.

Attenzione però a non dare tutto per scontato. A livello grafico il gioco mi è sembrato leggermente più scarno su console; la versione PC è più dettagliata e offre un design generale più curato, soprattutto sulla mappa di gioco.

Insomma, da qualche parte bisognava pur fare qualche rinuncia, ed è giusto che Paradox abbia scelto di tagliare qualche orpello estetico piuttosto che qualche contenuto. Il colpo d'occhio generale rimane comunque buono, basta non fare zoom troppo approfonditi sulla mappa per andare a cercare il pelo nell'uovo.

Contenuti

Crusader Kings III è il vero Crusader Kings III anche su console. Tutti gli aspetti principali del gioco sono stati preservati alla perfezione, mantenendo la complessità e la profondità necessaria. Questo è il miglior pregio della versione per Xbox Series X|S e PS5, cosa per niente scontata.

Al momento mancano i DLC già usciti per la versione PC, che dovrebbero arrivare nei prossimi mesi anche su console. Non è una cosa da poco, perché la natura stessa di Crusader Kings III rende importantissimi i DLC che vengono rilasciati costantemente da Paradox. Speriamo che anche per la versione console arrivino a breve, in modo che tutti possano apprezzare la vastità di contenuti all'interno del gioco, ulteriormente arricchita con le espansioni.

Verdetto

Rispondo alla domanda iniziale: avevamo davvero bisogno di una versione console di Crusader Kings III? Probabilmente sì, perché è giusto che anche i giocatori su PS5 e Xbox Series X|S possano godere di un'esperienza di gioco come quella offerta dallo strategico di Paradox.

Detto questo, se già avete un PC non vi consiglio minimamente di giocare a Crusader Kings III su PS5 e Xbox Series X|S, per il semplice fatto che è un'esperienza diversa, più scomoda in tutto e per tutto. Va bene che i contenuti sono gli stessi (DLC a parte), ma la combo mouse e tastiera permette di gestire l'interfaccia in maniera estremamente più veloce ed appagante. Per i PC gamer questa versione è assolutamente non necessaria.

Crusader Kings III su PS5 e Xbox Series X|S va giocato solo in due casi: se siete super hater del PC gaming o se proprio non avete un notebook o un PC desktop in casa. In entrambi i casi è un peccato, sappiatelo.

Prezzo e disponibilità

Crusader Kings III è disponibile dal 29 marzo 2022 per PS5 e Xbox Series X|S. Il prezzo è di 49,99€, esattamente come per la versione PC, quindi da questo punto di vista non ci sono differenze.

Da aggiungere che Crusader Kings III è contenuto sul Game Pass per Xbox Series X|S, dunque se siete iscritti al servizio di Microsoft potete provarlo subito, senza costi aggiuntivi.

Crusader Kings III console - Immagini

Mostra i commenti