Dal Ministero della Cultura in arrivo 11 milioni di euro per il Tax Credit Videogiochi

Dal Ministero della Cultura in arrivo 11 milioni di euro per il Tax Credit Videogiochi
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Con il nuovo decreto di ripartizione del fondo per il cinema e l'audiovisivo, firmato dal Ministro della Cultura Dario Franceschini, sono stati stanziati 11 milioni di euro a copertura del Tax Credit Videogiochi nel 2022. Il Governo, infatti, ha accettato la richiesta di IIDEA – l'associazione che rappresenta l'industria dei videogiochi in Italia – di raddoppiare le risorse previste così da sbloccare potenzialmente fino a 44 milioni di euro di investimenti (visto il credito d'imposta riconosciuto sul 25% dei costi eleggibili di produzione).

Inoltre, IIDEA ha già avanzato al Ministero la proposta di innalzare il massimale previsto per impresa, attualmente pari a 1 milione di euro, per consentire al nostro Paese di diventare maggiormente attrattivo verso gli investitori europei.

Infine, l'Associazione ha già messo a disposizione degli operatori del settore un'apposita sezione sul proprio sito, contenente tutte le informazioni più aggiornate e i materiali utili sulla misura.

IIDEA, l'associazione di categoria che rappresenta l'industria dei videogiochi in Italia, esprime la propria soddisfazione per la pubblicazione del nuovo decreto di ripartizione del fondo per il cinema e l'audiovisivo, firmato dal Ministro Franceschini, con cui vengono destinati 11 milioni di euro a copertura del Tax Credit Videogiochi nel 2022.

Dopo la prima sessione avviata lo scorso dicembre e chiusa a fine gennaio, con una copertura di 5 milioni, si registra oggi una decisione importante da parte del Governo che, accogliendo le richieste avanzate da parte di IIDEA, ha più che raddoppiato la dotazione finanziaria del Tax Credit Videogiochi. I nuovi fondi sono potenzialmente in grado di sbloccare fino a 44 milioni di euro di investimenti, in virtù del credito d'imposta riconosciuto sul 25% dei costi eleggibili di produzione.

Tuttavia, questo importante passo avanti non deve distogliere l'attenzione del settore e del Governo sul gap, ancora in larga parte da colmare, nei confronti di altri Paesi europei, che da molti anni investono maggiori risorse, con meno vincoli. In particolare, IIDEA ha già avanzato al Ministero la proposta di innalzare il massimale previsto per impresa, attualmente pari a 1 milione di euro, per consentire al nostro Paese di diventare maggiormente attrattivo verso gli investitori europei.

La decisione assunta oggi rappresenta un grande passo avanti per il nostro Paese e per questo IIDEA ringrazia il Ministro Dario Franceschini e la Sottosegretaria Lucia Borgonzoni, e naturalmente la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MIC che è al lavoro sul Tax Credit Videogiochi.

L'Associazione continuerà a lavorare fianco a fianco delle istituzioni e degli uffici competenti per favorire il successo di questa misura, e ha già messo a disposizione degli operatori del settore un'apposita sezione sul proprio sito, contenente tutte le informazioni più aggiornate e i materiali utili sulla misura.

Mostra i commenti