“Death Stranding” rimandato al 2020? Hideo Kojima dice che ci vorrà ancora un po’…

Roberto Artigiani

L’attesa del prossimo Death Stranding è salita sempre più negli scorsi mesi, l’aspettativa generale infatti era di vederlo magari in primavera, magari un poco più in là, ma comunque entro l’anno. È lo stesso Hideo Kojima invece a freddare gli animi affermando che “ci vorrà ancora un po'”. Il padre di Metal Gear Solid è intervenuto su Twitter celebrando Artic, il prossimo film interpretato dall’attore Mads Mikkelsen, e in quel contesto è stato interrogato dal regista Joe Penna sull’eventuale prossima disponibilità del gioco.

LEGGI ANCHE: Samsung M10 e M20 ufficiali

Kojima non ci ha girato intorno – anche se è stato tutt’altro che eloquente – rimandando la questione. A questo punto difficile dire se Death Stranding arriverà soltanto più in là nel corso del 2019 (magari per Natale?) o se bisognerà proprio aspettare il 2020. I fan dell’autore che speravano di poter avere modo di giocare al nuovo titolo dovranno mettersi l’anima in pace e sperare che l’attesa non si prolunghi ulteriormente.

Via: MultiplayerFonte: Hideo Kojima (Twitter)
  • Daniele Andreuzzi

    Ma se dovete copiare le notizie, non copiatele da multiplayer, per l’amor del cielo.
    Quel sito fa schifo in quanto clickbait e notizie inaccurate… non fatevi un nome così!

    • Riportare una notizia che qualcun’altro in Italia ha riportato non vuol dire copiare le notizie. Se vedi un portale che riporta qualcosa senza fonte è molto probabile che lo abbia copiato da qualcun’altro, noi abbiamo la decenza di mettere la fonte. E comunque la fonte originale è lo stesso Kojima. Il 2020 è una data plausibile, visto che tra l’altro potrebbe coincidere con il lancio di PS5, orde di analisti danno quasi per certo la next gen nel 2020 e Death Stranding potrebbe essere uno dei titoli di punta (con uscita molto probabile anche su PS4).

      • Daniele Andreuzzi

        È vero, voi almeno mettete la fonte, e questo già lo apprezzo parecchio.
        Chiedo scusa se sono stato sgarbato, ma la notizia che multiplayer ha postato si basa solamente sul tweet di Kojima che ha detto che “ci vorrà ancora un po'”.
        Kojima stesso ha più volte detto o comunque indicato che il gioco uscirà nel 2019. È praticamente confermato. Non voglio insegnarti a fare il tuo lavoro, ma se segui il feed di Kojima su twitter vedrai che le indicazioni che ha dato negli ultimi mesi (e anni) sono molto chiare a riguardo.
        Purtroppo so che non c’è tempo di seguire tutto, ma ci sono molti siti, forum, e canali youtube che hanno dato un buon riassunto su queste cose.
        Il mio fastidio principalmente, riguardava Multiplayer, che è un sito che continuamente punta tutto sul clickbait, e pubblica di continuo notizie inaccurate come questa.
        Grazie di esserti preso il tempo per rispondere in ogni caso!

        • Ma figurati, è il minimo rispondere 🙂

          Comunque non saprei, a Kojima piace giocare con gli indizi (non so se ti ricordi i primissimi trailer, c’era della roba assurda: https://www.smartworld.it/videogiochi/death-stranding-fisica-quantistica.html), e l’assenza di Sony all’E3, la possibile uscita di PS5 nel 2020, il fatto che ancora stia mostrando gameplay agli sviluppatori in cerca di consensi o consigli… non lo so, mi fanno davvero sospettare che il gioco sia tutt’altro che pronto. Ad essere sincero mi ero perso il messaggio di auguri su Famitsu (quello in cui nomina l’anno della balena e l’arrivo del gioco nel 2019), ma ho paura che stia trollando un po’ tutti 😀

          • Daniele Andreuzzi

            Certo, gli piace trollare ogni tanto, ma la cosa è stata sempre gonfiata dai fan. Trovi delle teorie assurde sul subreddit di Death Stranding basate solo sul fatto che “tanto Kojima trolla sempre”. C’era un’intervista di novembre 2018 dove Kojima diceva che il gioco è nella fase di “polishing”, e che è giocabile dall’inizio alla fine, c’era Sony che ha detto che non avevano mai visto un gioco AAA venire su così in fretta (ancora nel 2017), Troy Baker ha detto che aveva finito le sue sessioni di performance capture la scorsa estate, e Norman Reedus ha detto che a quanto aveva capito il gioco sarebbe dovuto uscire nei primi mesi del 2019 (un po’ azzardato forse). Questo più tutti i riferimenti che Kojima ha dato. Il fatto che la Sony salti l’E3 secondo me è più indicativo del fatto che vogliano annunciare la PS5, che personalmente penso uscirà verso metà 2020, e che vogliano farlo probabilmente con un evento dedicato.
            Qualcuno potrebbe indicare al fatto che i trailer sembrino più dei “teaser”, ma Kojima si è espresso a riguardo, dicendo che non vuole rovinare la sorpresa ai fan, dato che il gioco, a quanto dice, sarà innovativo sotto tanti aspetti. Alcuni di questi probabilmente verrebbero parzialmente rovinati se si mostrasse un gameplay completo (forse è il motivo per cui il “gameplay trailer” dello scorso E3 di gameplay aveva ben poco).
            Certo, non si può mai sapere, ma considera che Kojima ha iniziato a sviluppare il gioco a inizio 2016, e aveva il motore di gioco praticamente già pronto, quindi lo sviluppo è partito in vantaggio, e non di poco! 😉

          • Dai speriamo, se esce quest’anno sono più che felice! Per la data di PS5 direi più novembre 2020, se vai a ritroso sono sempre uscite in quel periodo, conviene da un punto di vista commerciale perché si avvicinano le feste e di conseguenza i regali di Natale 🙂

          • Daniele Andreuzzi

            Vero, però non capirei la strategia di Sony di rinunciare a un evento come l’e3 più di un anno prima. La PS4 l’hanno annunciata a marzo 2013 se non sbaglio, ed è uscita a novembre dello stesso anno.
            Per Death Stranding, certo speriamo! Voglio ordinare la super mega limited edition con Mads Mikkelsen che viene a giocarlo con te!