Doom Eternal su Stadia? Quasi perfetto! (video)

Nicola Ligas

Ho giocato a Doom Eternal su Stadia, e ne sono stato piacevolmente colpito. Ricordate le critiche che avevo mosso a Red Dead Redemption 2 su Stadia? Sono tutte quasi del tutto assenti.

Artefatti da compressione? Sì, ogni tanto ci sono, ma non così evidenti come in RDR2 e non rovinano l’esperienza di gioco minimamente, al più vi accorgerete di loro nei momenti di pausa tra uno scontro e l’altro, esplorando il livello, in particolare nelle zone più buie; ma non è nemmeno detto. Sottolineo poi che non ho più Stadia Pro, quindi la grafica al massimo può arrivare in full HD, il che lascia anche ampi margini di miglioramento. La grafica vista finora non la definirei esattamente al pari di una versione locale, soprattutto alla luce della compressione di cui sopra, ma poco ci manca, e considerando quanto movimentato sia Doom è anche difficile notarlo durante l’azione.

Scatti e rallentamenti? Praticamente assenti. Mi è capitato pochissime volte di veder rallentare il gioco, ed è successo soprattutto all’inizio di un nuovo livello, come del resto accade a volte anche su PC, quando deve caricare in memoria nuovi contenuti. Per la prima volta posso infatti dire di non essermi (quasi) accorto di giocare in cloud gaming, e considerando quanto frenetico sia Doom Eternal non è cosa da poco. Certo, ero su una fibra 100 Mbit (oltre 70 in download è la media dei vari speed test che ho fatto) dove solo io la stavo sfruttando, ma del resto è ovvio che ci voglia una buona rete dedicata.

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE DI DOOM ETERNAL

Input lag? Non mi sono messo a fare misurazioni, ma sia da PC che da smartphone la reazione ai comandi mi è sempre parsa fulminea. Che fossero mouse e tastiera o un controller collegato al telefono la risposta di Doom Slayer era praticamente istantanea. Ed a questo proposito, l’esperienza è buona appunto su tutte le piattaforme, non solo un PC fisso. Nel video qui sotto vi mostro delle scene fianco e fianco tra PC e smartphone, e capirete di cosa parlo.

A proposito del video, riguardandolo su YouTube mi accorgo che la compressione del servizio ci ha messo del suo per peggiorare un po’ la qualità, quindi pensate che quello che vedrete è comunque un limite inferiore di come sia Doom Eternal su Stadia.

Nel complesso insomma ci sono ancora dei miglioramenti da fare, soprattutto a livello di resa visiva, ma i passi avanti fatti in termini di fluidità e reattività sono impressionanti e Doom Eternal risulta godibilissimo. La direzione intrapresa è senz’altro quella giusta, e da oggi ancor di più terremo d’occhio Stadia per raccontarvi l’evoluzione della piattaforma nei mesi a venire. Per adesso godetevi un po’ di sano massacro nel video a seguire.