Il nuovo store digitale di Epic Games potrebbe far tremare Steam e Play Store

Vezio Ceniccola

I rivali del Play Store di Google e dello Steam di Valve non sono mai mancati, sin dal loro debutto. Sebbene esistano tanti negozi alternativi per le app Android e per i giochi PC, nessuno di questi è mai riuscito a minacciare seriamente la loro potenza, almeno se non si considera la Cina, dove la situazione è particolarmente complessa per le restrizioni imposte dallo Stato.

Ad accendere la sfida è arrivato in queste ore l’annuncio di Epic Games, azienda che ha creato l’Unreal Engine ed ha sviluppato giochi del calibro di Unreal Tournament, Gears of War e soprattutto il fenomeno del momento, Fortnite. La società aprirà a breve il suo Epic Games Store, vale a dire un nuovo negozio digitale per PC, Mac e Android dove sarà possibile acquistare ed installare giochi e altri contenuti di terze parti per tutte le piattaforme supportate.

Si tratta, insomma, di un servizio molto simile sia al Play Store che a Steam, con però una netta differenza: lo store di Epic offrirà guadagni molto più sostanziosi per gli sviluppatori, arrivando a cedere fino all’88% dei ricavi ai creatori dei contenuti. Di contro, sia Valve che Google possono garantire solo il 70% dei ricavi agli sviluppatori, dunque il divario appare evidente.

LEGGI ANCHE: Fortnite raggiunge quota 200 milioni di giocatori

Una situazione del genere potrebbe ingolosire parecchio i developer, che sarebbero di certo molto tentati verso la pubblicazione dei propri giochi sull’Epic Games Store dopo aver visto queste percentuali. È abbastanza probabile, comunque, che le altre aziende non rimangano a guardare, tagliando a loro volta i propri profitti per non perdere la fedeltà degli sviluppatori.

Il nuovo store online di Epic Games sarà aperto ufficialmente nelle prossime settimane e diventerà pienamente operativo nel corso del 2019. Se siete sviluppatori di giochi per PC o per Android, vi consigliamo di seguire con attenzione la vicenda, perché potrebbero esserci ottime notizie per voi.

Via: Phone Arena, Game InformerFonte: Unreal Engine
  • phede86

    Google farebbe bene a bloccare le apk da terze parti, altrimenti ci rimette.

    • Libera concorrenza addio. E in tribunale verrebbe sconfitta.