Le voci su Fallout 76 erano vere: è un enorme survival online, e sarà disponibile da novembre!

Lorenzo Delli -

Finalmente Fallout 76 si mostra per quello che è. Niente più speculazioni sul nuovo capitolo della saga: Bethesda conferma che si tratta davvero di un capitolo online, svelando anche tanti dettagli a riguardo. Procediamo per gradi.

La regione è ovviamente quella del West Virginia, come anticipato dall’iconica canzone che apriva anche il primo teaser trailer. La mappa di gioco sarà quattro volte quella di Fallout 4: sì, 4 volte. Ci saranno ben sei regioni da esplorare, ognuna con il suo stile, la sua flora e fauna e le sue peculiarità. Ad accoglierci ci saranno nuove ed inedite creature, alcune relative anche al folklore dell’incredibile regione americana teatro degli eventi del gioco.

LEGGI ANCHE: The Elder Scrolls VI è realtà, ma ci sarà da aspettare

Confermata anche la collocazione storica, circa 20 anni dopo il conflitto nucleare, da qui la vena survival (anche se “light”, leggera, da quanto detto sul palco) che caratterizzerà in parte Fallout 76. Comunque morte del personaggio non significa fine: manterremmo oggetti e progressi. Il motore grafico utilizzato permetterà di avere 16 volte i dettagli di Fallout 4, tanto da poter ammirare il tempo atmosferico variabile dalla distanza.

I personaggi che incontreremo in gioco saranno controllati da giocatori reali, ma attenzione: non ce ne saranno centinaia, dopotutto siamo in un’ambientazione post-nucleare! Comunque avremo modo di giocare a fianco dei nostri amici, sembra in squadre di 4 membri, portando con noi tutti i progressi del nostro personaggio. E sì, avremo anche la possibilità di costruire ovunque, grazie all’ausilio di uno strumento denominato C.A.M.P..

LEGGI ANCHE: Annunciato Elders Scrolls: Blades: il piccolo, grande progetto di Bethesda

Ma i lupi solitari non devono temere Fallout 76: c’è una storia, ci sono tantissime quest e di fatto il tutto è giocabile in solitario. Alcune missioni o zone comunque sono realizzate appositamente per favorire il gioco di squadra. Ci sarà persino la possibilità di assaltare dei silo nucleari e di lanciare missili verso varie posizioni nel West Virginia. E sì, un missile nucleare cambierà l’aspetto della regione, permettendo anche di raccogliere materiali rari che verranno fuori dopo l’esplosione.

Bethesda ha intenzione di supportare Fallout 76 per anni, e a breve ci sarà anche una beta. Sta di fatto che per metterci le mani sopra non dovremo aspettare molto: l’uscita è prevista per il 14 novembre 2018, e c’è anche una Collector’s Edition fantastica.

Anteprima

Fallout 76 – Trailer E3 2018

Collector’s Edition

Nuovi Screenshot