Fortnite strizza l’occhio ai giocatori alle prime armi: in arrivo bot e una nuova logica di matchmaking

Edoardo Carlo Ceretti

Ne è passata di acqua sotto i ponti dal lancio di Fortnite e dallo straripante successo che ha reso il titolo di Epic Games un fenomeno planetario. I videogiocatori di lunga data sono ormai diventati dei veri assi, che continuano a divertirsi fra di loro dando vita a battaglie senza esclusioni di colpi. Questo però è ormai diventata un’arma a doppio taglio per i giocatori alle prime armi, che si avvicinano per la prima volta a Fortnite e il cui divertimento è frustrato da avversari troppo più forti ed esperti per il loro livello. Ma Epic ha pensato anche a loro.

La software house ha infatti ammesso che, dal momento del lancio di Fortnite, il sistema di matchmaking è rimasto pressoché invariato, ma da allora il livello di abilità dei videogiocatori si è molto diversificato. Per consentire a chiunque di divertirsi giocando a Fortnite, il prossimo aggiornamento v10.40 porterà in dote una nuova logica di matchmaking, che metterà di fronte ai giocatori una serie di avversari di livello comparabile, in modo da non dover sfidare nemici troppo forti – oppure troppo deboli.

LEGGI ANCHE: The Surge 2 – Ancora più viscerale, ancora più grosso! (recensione)

Man mano che le proprie abilità di gioco miglioreranno, il sistema aumenterà anche il livello degli avversari, accompagnando ogni giocatore in una crescita graduale, soddisfacente e competitiva. Inoltre, per i giocatori che necessitano di apprendere i rudimenti del gioco, contestualmente debutteranno anche i bot, ovvero personaggi di gioco gestiti da Fortnite da sfidare per fare esperienza ed affinare le proprie abilità, prima di allargare la cerchia di giocatori in carne ed ossa inclusi nelle partite. Ovviamente, i giocatori più esperti non si troveranno mai di fronte i bot, ma avversari reali sempre più bravi e competitivi.

Fonte: Epic Games