Fortnite su PS5: ecco che cosa ci dovremo aspettare dall’esperienza next-gen!

Federica Papagni

L’acclamatissimo Fortnite dopo aver trascorso più di 3 anni sulla PS4, ora si sta preparando ad approdare anche su PS5. Il team di sviluppo non poteva di certo esimersi dal pensare e dal mettere in atto nuovi elementi perfetti per sfruttare al meglio la potenza e le potenzialità della nuova console. In un post pubblicato sul blog di PlayStation Michael HouseCommunity Coordinator di Epic Games, ha in maniera esaustiva descritto che cosa i fan del titolo possono aspettarsi da Fortnite su PS5 e in che modo saranno utilizzati i nuovi controller DualSense.

In merito a quest’ultimo aspetto, il gioco supporterà due tipi di feedback del trigger adattivo per le armi a distanza: feedback del trigger e feedback sostenuto. Nel dettaglio le armi che sparano un singolo colpo ogni volta che vien fatta pressione sul grilletto sentiranno autenticamente la resistenza nel premere, grazie appunto al feedback. Mentre, le altre che richiedono la pressione continua faranno uso del feedback prolungato. Anche continuando a tenere premuto il tasto di attivazione, i giocatori sentiranno un’autentica sensazione di resistenza, che ricorda la sensazione di tendere la corda di un arco, ad esempio.

LEGGI ANCHE: Black Friday 2020

Bisogna specificare che Fortnite su PS5 non è solo una build per PS4 ottimizzata, bensì è stata sviluppata su misura per la nuova macchina Sony al fine di sfruttare in tutto e per tutto la sua potenza. L’esperienza risulta oltre modo aggiornata grazie alle seguenti caratteristiche:

  • Con la GPU RDNA 2 personalizzata della console è stata realizzata una versione di nuova generazione dell’output di Fortnite a 4K e fino a 60 FPS in tutte le modalità di gioco su PS5;
  • La CPU Zen 2 unita alla memoria espansa ha permesso di poter usare elementi visivi e fisici dinamici per dare ancora più vita all’isola di Fortnite, ad esempio erba e alberi rispondono alle esplosioni;
  • L’SSD ad altissima velocità ha consentito di migliorare incredibilmente le prestazioni di caricamento, migliorando il caricamento delle texture e velocizzando l’entrata nelle partite;
  • Lo Split Screen può essere chiamato in ballo con prestazioni più elevate, ossia fino a 60 FPS.

In occasione di questa rinnovata esperienza, il team di sviluppo ha pensato di rendere disponibile gratuitamente il classico piccone predefinito del primo capitolo di Fortnite. Per riscattarlo è possibile recarsi nell’Item Shop e nel PlayStation Store fino al 15 gennaio 2021, e rimarrà nel proprio Fortnite Locker a prescindere dalla console da cui lo si raccoglie.

Quello esposto finora è sola la punta dell’iceberg. Epic Games ha molto più in mente per i suoi giocatori, e non resta che attendere pazienti per scoprirne di più.

Fonte: Blog PlayStation
  • jonas

    Mi aspettavo un po’ più di novità per fortnite