Il futuro delle console sarà solo in streaming? Voci sull’Xbox più economica

Cosimo Alfredo Pina

Durante lo scorso E3 Microsoft ha annunciato che il team di sviluppo è al lavoro su una nuova piattaforma di gaming cloud. In quel frangente è stato proprio Phil Spencer, capo della divisione Xbox, a spiegare che “i nostri ingegneri [di Microsoft] specializzati in cloud stanno realizzando un servizio di streaming per portare esperienze di gioco di livello console su qualsiasi dispositivo”.

E proprio a proposito di dispositivi arrivano nuove indiscrezioni. Secondo queste voci la prossima Xbox avrà due versioni: una classica, capace di fornire capacità di calcolo sufficiente a far girare i giochi sul suo hardware, ed un altra “cloud”, molto più economica e meno potente ma connessa al suddetto servizio in stile GeForce NOW di NVIDIA.

LEGGI ANCHE: Abbiamo provato GeForce NOW

La differenza rispetto ad altri servizi di giochi in streaming sarà, sempre secondo le indiscrezioni, il fatto che parte dei calcoli necessari a far girare il gioco avverranno in locale; il tutto per ridurre il ritardo tra comando impartito dall’utente e quanto riportato a video.

La mossa potrebbe rivelarsi vincente visto che Microsoft già adesso ha un margine piuttosto ridotto sull’hardware delle Xbox. Rinforzare il modello di profitto su servizi in abbonamento e giochi ha quindi, almeno in teoria, molto senso e chissà se sarà proprio questo il futuro del gaming.

Resta da capire se i giocatori si faranno convincere, sia come esperienza di gioco sia come feel in generale, da una libreria di giochi totalmente cloud.

Via: techcrunch.comFonte: thurrott.com