Gli anni ’80 incontrano Horizon Zero Dawn in Generation Zero, il nuovo gioco di Avalanche Studios

Lorenzo Delli

Continuano imperterriti gli annunci pre-E3 2018: stavolta è il turno di Avalanche Studios che, non contenta di aver lavorato a Rage 2 a fianco di id Software (e forse anche a Just Cause 4), annuncia Generation Zero, un nuovo open-world action game ambientato nella Svezia degli anni ’80.

Proprio in Svezia, e più in particolare nelle sue campagne, i cittadini assistono ad un’invasione di robot ostili che in parte ricordano quelli visti in Horizon Zero Dawn. Ma gli svedesi non stanno certo a guardare, imbracciando le armi più disparate per respingere i misteriosi invasori.

LEGGI ANCHE: Oculus non aspetta l’E3: ecco STORMLAND, un’avventura VR dagli autori del nuovo Spider-Man per PS4

Il giocatore potrà quindi avventurarsi da solo o unirsi ad altri 3 giocatori (multiplayer co-op quindi) per dare la caccia ai robot utilizzando varie tecniche di guerriglia in un contesto sandbox che permetterà l’utilizzo appunto di varie tattiche ed espedienti. Il tutto sarà spinto dall’Apex Engine, vanterà un ciclo giorno/notte con meteo dinamico, IA complessa, simulazione della balistica, audio realistico e una soundtrack in perfetto stile anni ’80.

La gestione dei nemici ricorda in parte il Nemesis System della serie La Terra di Mezzo di Monolith Productions, visto che ogni robot avrà un suo scopo all’interno dell’open world di Generation Zero e in caso di combattimenti non portati a termine, i nemici in questione porteranno su di loro le cicatrici degli incontri precedenti. L’open world è quindi vivo, pulsante. Generation Zero arriverà su Xbox One, PS4 e PC Windows nel 2019. Eccovi quindi serviti con il trailer di annuncio.

 

Generation Zero – Trailer

POTREBBE INTERESSARTI