Google Stadia Games and Entertainment ci lascia con un regalo prezioso

Google Stadia Games and Entertainment ci lascia con un regalo prezioso
Enrico Gargiulo
Enrico Gargiulo

Google Stadia, potenzialmente tra i servizi più futuristici nel mondo della videoludica attualmente disponibile, ci consente di avere ovunque con noi ogni nostro titolo a patto di portare con noi il Joystick, eppure arranca nella corsa contro le console "classiche". Forse per questo Google ha annunciato a gennaio di voler chiudere "Stadia Games and Entertainment".

Come regalo d'addio, Google ha reso open-source alcuni degli strumenti utilizzati in fase di sviluppo, aggiornando la pagina GitHub, ma anziché catalogare ognuno di essi in una repository specifica, sono stati tutti sistemati in un'unica cartella che risulterà estremamente confusionaria a chi non sappia cosa cercare.

Un altro archivio, invece, contiene una serie di documenti che descrivono il funzionamento di alcuni strumenti, tra i quali l'ostico "sgeb" (Stadia Games and Entertainment build), e alcuni consigli utili sulle diverse fasi di sviluppo.

Nessuno di questi strumenti divenuti open-source, però, è specifico per Stadia, né riporta informazioni su alcun gioco mai progettato, quindi possiamo solo confidare che la monolitica repository (Monorepo) possa essere d'aiuto agli ex dipendenti di Google in qualche prossimo lavoro: chissà che non riescano a valorizzare e far splendere questa "console".

Via: 9to5Google

Commenta