Google promette i giochi Android su Windows nel 2022

Play Games diventerà un'app ufficiale per Windows
Google promette i giochi Android su Windows nel 2022
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Google porterà ufficialmente i giochi Android su Windows nel corso del 2022. Il passaggio arriverà tramite l'app ufficiale di Play Games per Windows, app sviluppata interamente da Google, senza la collaborazione di Microsofto o di terze parti, che consentirà di giocare ai titoli Android su qualsiasi dispositivo con Windows 10 o superiori.

Chiariamo che si parla di gioco in locale, non di cloud gaming: i titoli Android saranno installati su Windows, ma sarà anche possibile proseguire il gioco esattamente da dove lo aveste lasciato sul vostro dispositivo Android o Chromebook, offrendo quindi una soluzione di continuità tra sistemi operativi diversi. Questo perché lo stato del gioco (non il gioco stesso) verrà salvato nel cloud, e da lì sincronizzato tra Android e Windows. 

Così Greg Hartrell, direttore prodotto di Google per i giochi su Android e Google Play, in una dichiarazione a The Verge:

A partire dal 2022, i giocatori saranno in grado di provare i loro giochi preferiti di Google Play su più dispositivi: passando da smartphone, tablet, Chromebook e presto, PC Windows in modo del tutto trasparente. Tutto ciò sarà realizzato da Google, portando il meglio di Google Play Games a più computer portatili e desktop, e siamo entusiasti di espandere la nostra piattaforma affinché i giocatori possano godere dei loro giochi Android preferiti ancora di più.

La mossa di Google sembra insomma una pronta risposta a quella di Microsoft, che con Windows 11 renderà (una selezione di) app e giochi Android compatibili con Windows, a patto di passare per l'Amazon App Store. Google probabilmente non voleva che fosse Microsoft a gestire questo passaggio, e conscia del fatto che ciò che più potrebbe fare gola agli utenti sono i giochi, ha pensato bene di elaborare un suo metodo per portarli tutti su Windows, senza condizioni di sorta.

In tutto ciò si inserisce BlueStacks, che da anni offre una sua soluzione per giocare ai titoli Android su Windows, e che è già un passo più avanti, avendoli portati anche su browser tramite cloud gaming. Proprio per questo non crediamo che quella di Google sarà un'autentica rivoluzione, del resto metodi alternativi esistevano già, ma piuttosto che lasciare tutto il merito a Microsoft meglio lanciarsi in un progetto del genere. Lieti di essere smentiti dai fatti, ma per scoprirlo dovremo aspettare un non precisato momento del prossimo anno.

Commenta