Il gamepad di Stadia per giocare wireless anche su smartphone e PC? Non prima del 2020

Il gamepad di Stadia per giocare wireless anche su smartphone e PC? Non prima del 2020
Edoardo Carlo
Edoardo Carlo

Google Stadia è realtà dallo scorso 19 novembre ma, come ben noto, si è trattato di un lancio contingentato, esclusivo soltanto di quegli appassionati che avevano deciso di pre-ordinare la Founder's o Premiere Edition. Queste edizioni speciali, oltre alla priorità di accesso a Stadia, includono anche una Chromecast Ultra e un controller wireless ufficiale, caratterizzato da una particolarità unica: è infatti capace di collegarsi direttamente ai server di Stadia, per offrire un'esperienza di gioco quasi totalmente libera da input lag.

C'è però un ma.

Il gamepad ufficiale di Stadia è attualmente utilizzabile in modalità wireless soltanto servendosi della Chromecast Ultra in dotazione, collegata ad una TV o monitor. Per giocare sugli smartphone Pixel ad esempio, è necessario collegare il controller via USB-C, così come su PC. Si tratta di una scomodità non da poco, in un'epoca in cui la maggior parte dei videogiocatori di tutto il mondo è da anni abituata a giocare senza fili. Per fortuna però, si tratta soltanto di una fase di transizione.

Google ha infatti promesso sin da prima del lancio che questa modalità wireless avanzata sarebbe in futuro approdata anche su smartphone e PC, ma ora si è sbilanciata in una tempistica, pur molto vaga: il 2020. Il nuovo anno sancirà infatti il vero e proprio debutto di Stadia, aprendosi ad un pubblico più ampio e implementando funzionalità ancora assenti durante questa anteprima, fra cui proprio il supporto wireless su smartphone e PC del gamepad ufficiale.

Commenta